PERCHE’ SONO DA SEMPRE CONTRARIO A VACCINARE I BAMBINI PICCOLI

0
863
VACCINO BAMBINI

Vaccino ai bambini: i motivi del no. Sono stato sempre Si-vax, avendo avuto il Cov-19 in era prevaccinica (novembre 2020) ed essendomi vaccinato poi per ben due volte. 

vaccini
Dottor Professor
Aldo Ercoli

L’ultima, quella di fine novembre 2021, mi ha lasciato una dermatite sulla mano e coscia destra non pruriginosa e altri segnali immunologici riscontrati dalle analisi sierologiche.
Forse avevo un titolo anticorpale troppo alto (oltre 17.000) per sottoporre il braccio alla seconda dose.

Sono un Si-vax che vuol continuare a fare il medico sul serio e non per finta. Mi ritengo un Si-vax che studia,ragiona, osserva, si pone dei dubbi, rischia anche (è il caso di dirlo veramente) sulla propria pelle. Visitare, è stata sempre il primo scopo della mia vita.. Un medico vero visita e cura tutti, vaccinati e non vaccinati, altrimenti è un’altra cosa, è contro il giuramento di Ippocrate, discrimina e svilisce il proprio ruolo.

 

Da sempre, sin dall’inizio delle prime vaccinazioni, (inizio 2021) pur da Si-vax mi sono dichiarato, con decine di articoli che qui potete leggere, un No-vax per i bambini piccoli di età compresa tra 1 e 10 anni. L’ho sempre sostenuto su basi scientifiche basandomi, sull’immunità innata (legata alla difesa cellulare linfocitaria T e diversa da quella acquisita anticorpale linfocitaria B). Conosco molto bene il capitolo 295 dell’Harrison, principi di Medicina Interna (16 edizione 2005). L’introduzione al sistema immunitario (pag 2147 – 2172) è firmata due vere eccellenze in questo campo medico: Barton F. Hajnes e Anthony S. Fauci. Provate a smentirmi.

Mi domando se virologi, epidemiologi, immunologi, pneumologi (questi almeno qualche paziente lo hanno visitato sia in ospedale che a domicilio) abbiamo mai letto questa Sezione 1 dell’Harrison: Il sistema Immunitario normale e patologico. Se Tinsley R.Harrison è stato il primo editore, nel lontano 1958, del sacro testo vorrei ricordare (è storia della Medicina) che lo stesso A.S. Fauci è stato Editor delle Edizione 11,12,13,15 e addirittura Editor in Chief della 14 Edizione. Può rinnegare quello che ha scritto la massima autorità mondiale in campo virologico?. Se si approfondisce questo tema pertinente l’immunità innata si può ben comprendere perché chi scrive sia un No-vax soprattutto per questi bambini molto piccoli ma anche non favorevole (si può dire?) alla vaccinazione degli adolescenti. A pagina 95 e 96 del rapporto Aifa (Agenzia Italiana del farmaco) si legge che lo studio, condotto su un’ampia popolazione di vaccinati, <<conferma l’eccesso di rischio di miocardite e pericardite associato ai vaccini, a mRna, in particolare nei maschi giovani e dopo vaccinazione con Spikevax, soprattutto dopo la seconda dose>>.

Queste sono le risultanze delle segnalazioni raccolte negli ultimi mesi che rilevano un reale aumento di flogosi del pericardio e del miocardio in giovani specie di sesso maschile, non di rado ragazzi fino a prima della vaccinazione in perfetta salute, talora anche atleti in attività agonistica. Personalmente della polemica politica a tal riguardo non mi importa “un fico secco”. Mi ritengo un erede dei sanitari indipendenti. E non credo affatto di essere un eretico. Altri hanno deragliato.

Aldo Ercoli

P.S.1 : Forse invecchiando A.S. Fauci ha cambiato idea, smentendo se stesso, sostenendo la vaccinazione Cov-19 per i più piccoli. Succede.

P.S.2: Gli unici bambini da 1 a 10 anni (ma anche adolescenti beninteso) che vaccinerei sono solo i soggetti fragili (e.s. fibrosi cistica, severe malattie ereditarie).