Perchè il Covid-19 risparmia i bambini?

0
423

Grazie al sistema immunitario innato che ci hanno lasciato in eredità i nostri primordiali antenati

Dottor Professor Aldo Ercoli
Dottor Professor
Aldo Ercoli

Perché i bambini pur essendo portatori del coronavirus non si ammalano mai seriamente?

Nell’anno accademico 2002-2003 insegnavo presso il Consorzio Interuniversitario “Microbiologia ambientale”. A quei tempi parlando quale broncopneumologo, di malattie respiratorie di agenti patogeni, conoscevo bene il Coronavirus.

Era però del tutto diverso da quello attuale, il Covid-19.

Il virus provocava specie nei bambini, un banale raffreddore cosi’ come il più frequente Rhinovirus (rapporto 1 a 3), ed era del tutto innocuo per adulti e anziani, sia uomini che donne.

Il virus non aveva ancora compiuto lo “spillover”, ossia il salto di specie dall’animale (pipistrello) all’uomo.

Ora il quadro epidemiologico e morboso è completamente cambiato.  Il Covid-19 fa strage soprattutto di anziani con più malattie (comorbilità), ancor più se vivono in comunità (RSA).

Essendo di una contagiosità mostruosa, basta un anziano per contagiare quasi tutti gli altri.

I bambini piccoli, a differenza di quanto fece Erode, li risparmia. Perché? La risposta penso di averla trovata studiando l’immunologia applicata al tema della “Microbiologia ambientale”.

Vi anticipo un concetto basilare che tratterò nel dettaglio in un prossimo articolo: il Sistema Immunitario Innato.

E’ quello che ci hanno lasciato in eredità i nostri primordiali antenati. I primati, le scimmie? No, la vita nasce dal mare, dalle amebe, dai pesci, dai molluschi, dai crostacei…per approdare poi sulla terraferma con gli anfibi, i rettili.

Da loro ci è stata data in eredità questa grande capacità immunitaria nei confronti di qualsiasi microbo patogeno che possa mettere in pericolo la vita di questi esseri così piccoli e indifesi: i bambini. Poi l’uomo sapiens, e già prima i primati, i lemuri, gli scimpanzé, direi tutti, gli animali vertebrati (ossia con la colonna vertebrale) hanno sviluppato (solo loro) anche un secondo sistema immunitario, molto più raffinato, che viene chiamato acquisito.  E’ quello che coinvolge i linfociti B e T e gli anticorpi sotto forma di immunoglobuline IgG e IgM.

Comprendo bene riguardo al sistema immune innato, che non sia bello dover ringraziare rospi e serpenti per questo dono così spiccato nei bambini.

Si perde poi con il passare degli anni Darwin aveva ragione, altro che storie! E’ stata questa l’evoluzione della specie.

Pur essendo un convinto credente non ho mai creduto (il termine ripetuto in verbo è voluto), al Paradiso Terrestre né ad Adamo ed Eva. Al peccato originale sì ci credo.

Basta vedere i dipinti di Michelangelo nella Cappella Sistina del Vaticano. Nel mio piccolo mi sono sempre ispirato a chi è stato più immensamente grande.

Così diceva mia madre:

<Se trovi uno più bravo di te non “fargli le scarpe” né invidiarlo ma cerca di imparare da lui, prova ad affiancarlo>.

Perdonatemi se torno sempre sul personale.

Da mia madre ho avuto questo dono…ma potevo dimenticarmi di lei!