Ladispoli, coliformi nell’acqua. Batteri riscontrati dopo un campionamento dell’Asl

0
1188
sindaco Grando

Non è tardata ad arrivare la reazione del consigliere di opposizione Eugenio Trani: “Chiediamo trasparenza per il bene della collettività”. 

Come un fulmine a ciel sereno è arrivata la comunicazione dell’Asl Roma 4 alla Flavia Servizi per segnalare la presenza di “coliformi” in seguito ad un prelievo effettuato alla fontanella di piazzale delle Sirene, a Ladispoli. Inoltre l’Azienda Sanitaria avrebbe invitato Palazzo Falcone ad emettere un’ordinanza di non potabilità.

Immediata la reazione dell’opposizione, in particolare con il consigliere comunale Eugenio Trani che ha chiesto una maggiore trasparenza all’amministrazione comunale. “Abbiamo più volte denunciato la mancanza di trasparenza dell’amministrazione Grando sul tema della potabilità dell’acqua di Ladispoli – attacca Trani, esponente di Ladispoli Città – nello specifico, chiedemmo invano di fare chiarezza sull’ordinanza del 9 agosto 2019 con cui si immetteva nella rete idrica acqua non conforme proveniente dal nuovo pozzo Statua. Tuttavia, da inguaribili ottimisti, ci aspettavamo che, in seguito alla comunicazione del 14 maggio scorso proveniente dalla Asl RM 4 che invitava il Comune a limitare la potabilità dell’acqua per il superamento del parametro arsenico in una zona residenziale della città, il sindaco procedesse a comunicare il problema adoperandosi per far rientrare i parametri nel minor tempo possibile. Purtroppo, però, ancora una volta il silenzio é stata l’unica comunicazione uscita da palazzo Falcone riguardo l’acqua che, ogni giorno, entra nelle nostre case, nel cibo che consumiamo. Inoltre, oggi scopriamo che nel tratto di Largo delle Sirene emerge un’altra grave difformità: la presenza di batteri coliformi per cui la ASL invita nuovamente il Comune a sospendere la potabilità dell’acqua. Per quanto tempo ancora l’amministrazione continuerà a tacere notizie essenziali per la salute pubblica?”. Naturalmente si attende la replica ufficiale di Palazzo Falcone.