“Il segreto è divertirsi ogni giorno”

0
505

Dopo il successo del tour estivo, Max Giusti è impegnato nel programma “Chi ti conosce?” sul canale Novedi Fabio Picchioni

Ha compiuto 50 poco tempo fa. Ma sul palcoscenico e davanti alle telecamere recita, interpreta e conduce con l’entusiasmo di un giovane e la competenza di un artista che si è messo in gioco sin da quando aveva sedici anni. E’ difficile incastonare Max Giusti con una sola definizione. Attore, show man televisivo, comico, imitatore, doppiatore, conduttore radiofonico. Una vocazione immediata, come fulminea fu la sua scalata televisiva sin dal 1991 sulla Rai in programmi come “Stasera mi butto” e Ricomincio da 2 accanto all’immensa Raffaella Carrà. L’esplosione definitiva nel biennio 1998 – 1999 con il programma umoristico Seven show. Una cavalcata lunga e costellata di successi, su tutti i 5 anni in cui è stato il padrone di casa del programma “Affari tuoi” su Rai Uno. Un personaggio amatissimo dal pubblico, come confermato dalla folla di spettatori che hanno assistito al suo tour estivo che ha toccato anche il nostro territorio sulla piazza di Bracciano e nella suggestiva cornice del Castello di Santa Severa dove lo abbiamo incontrato.

Max Giusti intervistato da Fabio Picchioni al castello di Santa Severa

Gli anni passano, l’entusiasmo è sempre lo stesso?

“Il segreto è divertirsi ogni volta che si sale sul palcoscenico o si accende la luce della telecamera. Essere se stessi e saper coinvolgere il pubblico con un linguaggio semplice e diretto. Quando poi hai la fortuna di esibirti in uno location meravigliosa come il Castello di Santa Severa, beh allora ti scateni ancora di più sul palcoscenico”.

Com’è la nuova esperienza televisiva sul canale Nove col programma Chi ti conosce?

“Come ho avuto modo di dire, è un programma di intrattenimento travestito da gioco che, soprattutto nella prima parte, mi regala la possibilità di improvvisare come se fossi a teatro. E io amo improvvisare. Mi sto divertendo moltissimo, non è il solito game show. C’è un montepremi che può arrivare fino a centomila euro. Ogni sera una coppia di concorrenti deve interrogare il protagonista della puntata e comprendere i suoi gusti e i suoi interessi, ma anche quale legame abbiano con lui le sette persone che ha portato con sé. Dalle prime puntate abbiamo capito che al pubblico sta piacendo questo formula”.

Max Giusti in Rai ha ottenuto successi straripanti. C’è un po’ di nostalgia?

“E’ ovvio che il passato non si dimentica. Sono stati anni bellissimi. Ma, del resto, ho ancora vent’anni di carriera davanti a me, in Rai probabilmente tornerò, ma non subito. Ora sono impegnato sul Nove dove stiamo vagliando l’ipotesi di creare altri progetti che non mi vedranno più soltanto conduttore di giochi”.

Il tour è stato lungo e ha toccato molte città. Come si vince la stanchezza di cantare e recitare ogni sera?

“Si vince assaporando a fondo il gusto del mestiere. Il segreto è non fermarsi mai, ogni spettacolo e diverso dal precedente, il più bello è sempre quello che del giorno dopo. Non è un segreto che il teatro sia la mia grande passione, il mestiere che volevo fare fin da piccolo, adoro il palco, le luci. Ancora oggi rappresenta la libertà, per questo continuo a farlo con l’entusiasmo del primo giorno e sempre con le stesse persone. Non ho ancora perso il gusto di salire in macchina per andare a fare una serata e fermarmi all’autogrill per mangiare un panino. E ci sono sempre belle sorprese. Un po’ come è accaduto lo scorso anno col programma Boom, sul canale Nove. Eravamo partiti per fare ottanta puntate e abbiamo finito per farne più di quattrocento con un ascolto che è arrivato a sfiorare il 3% in una fascia oraria che prima faceva meno dell’1%. Un successo pazzesco di cui sono fiero”.