Giunta Lazio. Rimpasto: entrano due pentastellate

0
619
Giunta Lazio
Giunta Lazio

Riflessi della politica nazionale sulla gestione del Lazio con l’entrata oggi in giunta Zingaretti delle pentastellate Roberta Lombardi e Valentina Corrado rispettivamente alla transizione ecologica e al turismo. La stretta tra Pd e M5S sembra ormai un percorso inarrestabile. La nuova giunta secondo le parole di Zingaretti nasce all’insegna di salute e lavoro. L’occasione per un rimpasto è arrivata dalla nomina a sottosegretario all’Economia dell’ex delegata al Bilancio Alessandra Sartore, Assessorato che passa ora nelle mani del potente Leodori.

Così la composizione della nuova giunta.

 

Daniele Leodori – Programmazione Economica, Bilancio, Demanio e Patrimonio, Rapporti Istituzionali, Rapporti con il Consiglio Regionale, Accordi di Programma e Conferenza di Servizi

Alessandra Troncarelli – Politiche Sociali, Welfare, Beni Comuni e ASP (azienda pubblica di servizi alla persona)

Enrica Onorati – Agricoltura, Foreste, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Pari Opportunità

Claudio Di Berardino – Lavoro e nuovi diritti, Scuola e Formazione, Politiche per la ricostruzione, Personale

Paolo Orneli – Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Start – Up e Innovazione

Alessio D’Amato – Sanità e Integrazione Socio-Sanitaria

Mauro Alessandri – Lavori Pubblici e Tutela del Territorio, Mobilità

Massimiliano Valeriani – Politiche Abitative, Urbanistica, Ciclo dei rifiuti e impianti di trattamento, Smaltimento e Recupero

Valentina Corrado – Turismo, Enti Locali, Sicurezza Urbana, Polizia Locale e Semplificazione Amministrativa

Roberta Lombardi – Transizione Ecologica e Trasformazione Digitale (Ambiente e Risorse Naturali, Energia, Agenda Digitale e Investimenti Verdi)

 

Nelle 16 pagine del nuovo programma attenzione è dedicata a diritto all’abitare  “inaugurando – si legge –  nuove esperienze di mediazione e presidio sociale e evitando nuovo consumo di suolo attraverso il recupero e la valorizzazione di quanto già abbiamo a fini abitativi, un Testo unico del diritto all’abitare, il recupero e la valorizzazione del patrimonio immobiliare a fini abitativi e il Fondo di sostegno all’abitare (“Assegno affitto”). Altra linea programmatica è la parità di genere per la quale si prevede, tra le altre cose, una Legge sulla parità salariale, la prevenzione e il contrasto alla violenza di genere e il sostegno ai percorsi di uscita dalla violenza e all’inserimento nel mondo del lavoro.

RIPRODUZIONE RISERVATA