ESCLUSIVO: Il Partito democratico di Cerveteri apre a Pascucci per le primarie

0
1943

di Giovanni Zucconi

A poche ore dalla vittoria al congresso del Partito democratico arrivano le dichiarazioni clamorose del neo segretario Maurizio Falconi. E faranno rumore.

Segretario Falconi, ormai la possiamo chiamare così, cosa ci può dire a caldo, subito dopo la sua elezione?

“Io e Caucci siamo naturalmente molto soddisfatti del risultato, e da lunedì cominceremo a lavorare per organizzare le primarie.

Può fare qualche nome di chi pensa che potrà partecipare alle primarie? Tidei è ancora un possibile candidato?

“Ancora non ci sono nomi certi. Anche Tidei non è ancora sicuro che possa partecipare: la sua candidatura dipende da molte variabili. Un nome che sta circolando è quello di Franco Borgna, ma anche per lui non c’è ancora nulla di ufficiale.”

Potrebbe partecipare alle primarie anche lei?

“Non lo escludo. Io sono sempre a disposizione del mio Partito, anche se prima viene il mio ruolo di Segretario”

Non pensa che sia un problema governare adesso con questa esigua maggioranza?

“Purtroppo penso di sì, ma vediamo che cosa succederà nei prossimi giorni. Io come ho già ribadito in precedenza non ho nessun problema a collaborare con tutti. Spero che lo stesso valga anche per l’altra parte.”

Non ha in programma un’apertura nei confronti di Alessandro Gnazi, in modo che le vostre posizioni si possano avvicinare e si possa favorire l’unità del partito? Nella sua relazione programmatica di ieri, ha dichiarato di volere aprire un dialogo con tutti, con la sola condizione che si facciano le primarie. Conoscendo le posizioni di Gnazi e l’ostilità dichiarata di Pascucci a parteciparvi, non pensa che in questo modo si chiudano tutte le strade per un dialogo?

“Noi di UniDem un passo verso le posizioni di Gnazi l’abbiamo già fatto. Abbiamo tolto il veto alla partecipazione di Pascucci alle primarie. Adesso, contrariamente che nel passato, per noi Pascucci potrà partecipare a pieno titolo alle nostre primarie, e se dovese vincere noi lo sosterremo, senza esitazioni, come il nostro candidato Sindaco alle prossime elezioni. Prima del congresso straordinario non era così, e bisogna riconoscere che si tratta di un’apertura molto importante.”

Dalla lettura del documento programmatico che lei ha fatto durante il congresso straordinario non mi sembrava che fosse emersa una posizione così significativa

“Come ha già detto il mio compagno di UniDem, Sergio Marini, il documento è stato scritto forse un po’ troppo in politichese e per gli addetti ai lavori. Il passaggio “siamo aperti alle primarie con nessuno escluso”, voleva intendere proprio questa apertura verso Pascucci.”