CERVETERI, GIORNATA MONDIALE VITTIME DELL’AMIANTO

0
132
amianto

29 aprile 2021: “è concesso ammalarsi”

Ieri, 28 aprile 2021, è stata la Giornata Mondiale vittime dell’Amianto e l’Osservatorio Nazionale Amianto (ONA) ha denunciato che la situazione delle vittime dell’amianto in Italia è sempre più drammatica. “La causa risiede nell’assenza di provvedimenti incisivi per la messa in sicurezza e la bonifica dei materiali in amianto”.

Ci sono ancora 58 milioni di mq di coperture in cemento-amianto, oltre a 40 milioni di tonnellate di materiali contenenti amianto, con conseguente condizione di rischio.
In questo numero rientra anche la copertura della palazzina situata nel cuore di Cerveteri. Precisamente in via San Pietro, sotto gli occhi di tutti, residenti e non, nel Comune. Uno scandalo, denunciato ripetutamente dalle associazioni territoriali, che sottolinea come la tutela della salute NON sia una priorità. E di cui abbiamo più volte narrato la storia.

Nell’anno della “sicurezza” e del “Nessuno resta indietro” è vietato morire di virus ma è possibile ammalarsi di tumore nell’indifferenza delle istituzioni, dei proprietari degli immobili in oggetto e, di quei cittadini che non sposano la battaglia di chi è coinvolto in prima persona, in quanto risiede nella via dove si trova la palazzina dal tetto in cemento-amianto, e da anni ne chiede la rimozione.

29 aprile 2021