CERVETERI DICE SI ALLE INIZIATIVE DI CFU – ITALIA

0
430
fibromialgia

“COMUNI A SOSTEGNO” E “FACCIAMO LUCE SULLA FIBROMIALGIA”.

Il CFU-Italia Odv propone ai Sindaci del territorio Nazionale l’adesione al progetto di divulgazione e riconoscimento della fibromialgia o sindrome fibromialgica.
“Auspichiamo che la proposta venga accolta in modo da poter tutelare i bisogni di cittadini più fragili” dichiara la referente Lazio, Elena Paganini.
“L’Associazione CFU-Italia Odv è promotrice di varie iniziative Nazionali, Regionali e Comunali. In questo contesto abbiamo ideato una campagna chiamata Comuni a sostegno, già intrapresa nel 2019, con la quale chiediamo ai Sindaci di sostenerci nella raccolta firme della petizione popolare per il riconoscimento della fibromialgia. Con l’adesione al progetto e la predisposizione della raccolta firme viene supportato il DDL 299 della Commissione Sanità al Senato. Ad oggi hanno aderito Comuni come Torino, Napoli, Bologna.  Ai Comuni che daranno il patrocinio proporremo anche iniziative mirate all’informazione e divulgazione attraverso conferenze, convegni, punti informativi. Inoltre in occasione della Giornata Mondiale della Fibromialgia, il 12 maggio, chiediamo ai Sindaci di illuminare di viola un monumento o un luogo di storia o cultura importante della città. Attraverso questo colore i Comuni prenderanno consapevolezza della fibromialgia, aiutando i malati ad illuminare la strada verso la guarigione, sottolineando la necessità di far luce sulla Fibromialgia”.

fibromialgia

Sono felice di comunicare – prosegue Elena – che Cerveteri ha aderito al progetto “Comuni a sostegno”, il sindaco Alessio Pascucci si è dimostrato pronto e sensibile nel dare piena disponibilità all’associazione CFU-Italia Odv, contribuendo così alla diffusione della conoscenza nel territorio cerite della patologia invisibile. Il 12 maggio 2021 il Granarone si colorerà di viola, un’azione simbolica ma rilevante per le persone che lottano da anni per il diritto alle cure. Non solo, presto sul territorio verranno allestiti sportelli informativi e di ascolto dove trovare sostegno”.

Elena Paganini referente per il Cfu Lazio Telefono: 333 3834681
E-mail: cfulazio.epaganini@gmail.com

FIBROMIALGIA: AFFRONTIAMOLA INSIEME

La fibromialgia è una sindrome dolorosa cronica, la cui causa non è stata ancora chiarita, recenti studi hanno dimostrato una sensibilizzazione centrale caratterizzata da una disfunzione dei circuiti neurologici preposti all’elaborazione degli impulsi provenienti da zone periferiche del cervello che regolano il dolore. La pluralità di sintomi evidenziati nella patologia è principalmente il dolore muscolo scheletrico diffuso, seguito da affaticamento, rigidità, parestesie e bruciori. Oltre ad una limitata esecuzione delle normali attività, stanchezza cronica, problemi gastro-intestinali e altre problematiche. Per la malattia dai 100 sintomi, i malati non hanno diritto alle prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale non essendo inserita la fibromialgia nei livelli essenziali di assistenza (LEA).

LE 6 REGOLE PER AFFRONTARE LA FIBROMIALGIA

ACCETTARE IL DOLORE
L’accettazione del dolore è la chiave per andare avanti, grazie all’uso di alcuni strumenti è possibile avere una vita familiare normale e riprendere il lavoro. La capacità di convivere con il dolore cronico deve essere imparata. Non fatevi scoraggiare, perché è possibile!

RITMO GIUSTO
Evita che il dolore diventi intollerabile! Suddividi meglio il lavoro e le attività quotidiane e sarai in grado di fare di più senza che il dolore aumenti.

LAVORO DI GRUPPO
Il lavoro di gruppo è indispensabile. É necessario discutere i programmi delle attività quotidiane importanti per il raggiungimento delle mete e/o il comportamento da adottare in caso di recidive con tutte le persone che si occupano della tua salute anche con la tua famiglia e con i tuoi amici. In questo modo tutte le persone coinvolte saranno in grado dii collaborare per il tuo percorso di auto- responsabilità nella gestione del dolore, di aiutarti e di condividere i tuoi successi.

RILASSAMENTO
Le tecniche di rilassamento sono molto importanti per rilassare i muscoli tesi e per dare un po’ di sollievo alla mente. Leggere, ascoltare musica, lavorare in giardino, incontrare amici, ballare, fare una passeggiata.

MOVIMENTO
Praticare regolarmente esercizi di stretching consente di migliorare i disturbi. Inoltre prepara il fisico per le attività. Lo sport tonifica i muscoli e favorisce il benessere fisico e psichico. Tuttavia è importante iniziare lentamente e aumentare gradualmente. Consulta il tuo fisioterapista o fisiatra per farti consigliare gli esercizi per il tono muscolare e lo stretching da poter svolgere regolarmente senza problemi.

ALIMENTAZIONE
L’alimentazione appare uno dei cardini del trattamento in quanto recenti studi dimostrano la presenza nella popolazione fibromialgica di intolleranze varie (frumento, nichel, etc.) per le quali risultano di aiuto diete cosiddette “di evitamento”.

Quanto costa vivere?
Molto, per questo è importante il Servizio Sanitario Nazionale ed il contributo del singolo cittadino nella lotta al riconoscimento della malattia.