Ad Allumiere è il veneto Mattia Petrucci ad aggiudicarsi il GP Madonna delle Grazie 

0
332
Un sabato indimenticabile, ad Allumiere una giornata di ciclismo straordinaria per la 68esima edizione del GP Madonna delle Grazie riservata alla categoria juniores.

Ivo Moraldi, uno degli organizzatori si è detto molto soddisfatto. ”  Abbiamo fatto del nostro meglio, è una tradizione che continua speriamo di andare avanti cosi”  Nella vita ogni dettaglio è migliorabile ma difficilmente questo week-end avrebbe potuto svolgersi con una sceneggiatura migliore. Il team Autozai Contri Omap vince entrambe le gare del proprio fine settimana, segnalandosi anche per una tripletta di squadra che va a sottolineare per l’ennesima volta la forza dell’intero gruppo guidato dal ds Mauro Bissoli.

Mattia Petrucci però ne è il mattatore. Primo nel 68° Gran Premio della Madonna delle Grazie del sabato in Lazio, ad Allumiere, e trionfatore anche la domenica, oggi, nella corsa toscana di Reggello abbinata al XVIII Memorial Paolo Batignani – XXIII Memorial Natalino Crini.

Un dominio su tutta la linea. “Sono felicissimo, ho corso con in testa il grande obiettivo di poter ancora strappare una convocazione per il mondiale di categoria”, il sogno di Petrucci. “Ecco perché in questo week-end non potevo fallire. Ho raccolto il massimo. Non avevo alternative. Adesso mi giocherò ancora questa possibilità fino all’ultimo secondo disponibile”. Un messaggio per tutti. Mattia Petrucci e l’Autozai Contri Omap hanno dato spettacolo.

Il primo atto sabato nel GP Madonna delle Grazie, in Lazio. “Nell’occasione siamo stati perfetti nella strategia”, spiega ancora Petrucci. “Abbiamo fiaccato la concorrenza con fughe e controfughe. Io ho vinto in solitaria. Ho ripreso i fuggitivi e poi sono arrivato al traguardo. Dietro i migliori sono stati ancora i miei compagni. Secondo posto per Christopher Consolaro e terzo per Giovanni Vito. Siamo stati assolutamente straripanti”.