Abuso edilizio nell’area protetta Bracciano-Martignano

0
600

I Guardiaparco denunciano un 50enne. 

Illeciti edilizi e paesaggistici in un maneggio di Anguillara Sabazia, sequestro penale convalidato dal Tribunale di Civitavecchia: la denuncia è partita dagli agenti di polizia giudiziaria dall’ente di gestione del Parco Naturale Regionale Bracciano-Martignano.

Un cinquantenne di Anguillara Sabazia (Roma) è stato denunciato dai Guardiaparco dall’ente di gestione del Parco Naturale Regionale Bracciano-Martignano per reati paesaggistici. L’operazione è avvenuta nell’ambito di un’azione di controllo condotta per contrastare l’abusivismo nel territorio tutelato per legge dalla Regione Lazio: gli agenti di polizia giudiziaria del Parco sono tempestivamente intervenuti all’interno di un maneggio anguillarese, bloccando l’inizio non autorizzato dei lavori di pavimentazione (circa 15×20 metri) di una zona destinata a box per cavalli. In casi come questi, è importante prevenire la consumazione del reato piuttosto che abbattere l’illecito: la notizia di reato in materia edilizia-paesaggistica è stata trasmessa al Tribunale di Civitavecchia che ha poi convalidato il sequestro penale sia dell’area che del materiale edile rinvenuto. L’uomo dovrà ora rispondere di abuso paesaggistico, violazione della legge quadro nazionale e della legge regionale sulle aree naturale protette, abusivismo edilizio.