TORNA IL DERBY TRA LADISPOLI E CERVETERI: MA È UNA SFIDA PER NON RETROCEDERE

0
161
derby

SI GIOCA ALL’ANGELO SALE CON TANTI EX IN CAMPO.

Il derby dei delusi. Ladispoli e Cerveteri si apprestano ad affrontare una partita delicata. Si gioca domenica, allo stadio Angelo Sale. Entrambe le formazioni stanno lottando per non retrocedere dall’Eccellenza, uno scenario difficilmente ipotizzabile alla vigilia ma è una stagione fin qui complicata sia per i rossoblù che per i verdeazzurri.

Diverse problematiche anche fuori dal rettangolo verde. I ladispolani devono far fronte all’addio del direttore sportivo Gioacchino La Pietra che ha rassegnato le proprie dimissioni si vocifera dopo una lite con la presidente onoraria Sabrina Fioravanti. Una notizia che ha scosso e non poco l’ambiente con il tentativo del mister, Michele Micheli e di parte dei componenti della squadra di ricucire questo strappo. I cerveterani invece hanno il nodo stadio da risolvere. Al Galli non possono entrare i tifosi dopo l’intervento della Questura e ha fatto il giro dei social l’immagine dove uno spettatore si è recato allo stadio con una scala per assistere al match casalingo degli uomini di mister Ferretti. L’impiantistica non è a norma e sono necessari diversi lavori con una spesa di oltre 50mila euro e per questo è sorto un braccio di ferro tra Comune e società per chi debba procedere con il cantiere. Poi c’è il campo. Il Ladispoli ha 7 punti e ha vinto solo una volta battendo in casa Falaschelavinio anche se mercoledì prossimo in Coppa si giocherà contro la Boreale Don Orione l’accesso ai quarti di finale. Domenica bruciante sconfitta con la W3 Maccarese che ha vinto 3-0. Micheli potrà contare sul recupero di D’Aguanno, Vittorini e Crocchianti fermi da tanto tempo. Il Città di Cerveteri è penultimo con 5 punti. Tanti ex in campo: su tutti bomber Toscano pronto a vendicarsi. Poi anche i compagni Salvato e Capanna anche loro ex ladispolani. Anche il Cerveteri è reduce dalla sconfitta casalinga (0-1) contro l’Astrea. La posta in palio per questo è altissima.