Tassa sui rifiuti, facciamo chiarezza

0
1419

Riceviamo e pubblichiamo dal Movimento Civico di Idee e Cultura “INSIEME”.Spettabile Redazione del Mass-Media il Movimento Civico di Idee e Cultura “INSIEME”, sigla “INS.” ai fini dell’affermazione della cultura della legalità e con riferimento a quanto pubblicato in data venerdì 30 dicembre 2016 a pagina 41 del noto Mass Media con l’articolo di stampa “Ladispoli Avvisi di pagamento caos sulla tassa rifiuti“, si evidenzia comunicando che già nell’ottobre 2014, erano apparsi sulla stampa locale situazioni relative alla  riscossione dei tributi locali nel nostro comprensorio. A tal proposito cittadini, per le vie brevi, hanno nuovamente chiesto al Movimento de quo di interessarsi di tale situazione. Pertanto, il Movimento de quo propone, di iniziare a verificare, se già non si è iniziato a provvedere, con riscontri tra quanto indicato nello stato di famiglia – numero di persone indicate nell’atto – con ulteriori accertamenti/riscontri in ordine alle persone che concretamente pernottano/abitano/vivono nell’immobile censito o da regolare contratto di locazione registrato o da regolare atto di proprietà. Quindi, con riferimento all’ultimo censimento di qualche anno fa, si potrebbero prendere tali dati e/o informazioni quale punto di partenza per porre in essere, concreti riscontri da parte degli Addetti ai Lavori, atteso che non si può escludere che i rifiuti abbandonati nel nostro comprensorio, potrebbero essere verosimilmente abbandonati proprio da persone che abitano e/o dimorano insieme in gruppo nell’immobile che, a sua volta, potrebbe essere stato locato senza la regolare stipula del contratto di locazione e, quindi, senza la registrazione presso gli Uffici competenti. Inoltre, si evidenzia che il Movimento de quo, già dal 18.10.2014 e successivamente e nelle date 16.01.2015, 20.11.2015 e 15.01.2016, propose di valutare, ove nulla osti,  l’opportunità di creare la banca dati da parte degli Addetti ai Lavori, richiedendo gli stessi agli Amministratori del Condominio presenti nel nostro comprensorio – ovviamente sia per Condomini verticali che orizzontali –  l’Anagrafe condominiale prevista ai sensi dell’articolo 1130 n.6 del Codice Civile col fine esclusivo di censire correttamente tutte le unità immobiliari per la riscossione dei tributi locali e nel corretto rispetto del Codice Privacy – D.Lgs. n.196/2003 e successive modificazioni ed integrazioni – atteso che l’Amministratore del Condominio, a seguito della nota Riforma del Condominio di cui alla Legge n.220/2012 in vigore dal 18.06.2013, deve curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale, il quale deve contenere le generalità dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio, i dati catastali di ciascuna unità immobiliare, nonché ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza. Un progetto relativo a questa banca dati concepito sempre nell’ambito delle iniziative tese a tutelare l’ordine pubblico e prevenire eventuali infiltrazioni di cellule terroristiche anche nel nostro territorio. Un’iniziativa ancora oggi più che mai attuale, dopo i noti eventi terroristici, oltre ad essere un ottimo strumento contro l’evasione fiscale che permetterebbe di sapere in tempo reale anche chi abita sia nel condominio verticale che nel condominio orizzontale, la sua origine ed i suoi movimenti domiciliari. Tale banca dati avrebbe informazioni utili su chi abita a Ladispoli, di chi acquista immobili e di chi arriva e di chi parte, costantemente alimentata con dati e informazioni certe, tenuto conto che le variazioni dei dati dell’Anagrafe condominiale devono essere comunicate all’Amministratore del Condominio – sia verticale che orizzontale – entro sessanta giorni. Questa banca dati ha un elenco di informazioni utili, come il monitoraggio in ordine alle condizioni di sicurezza degli immobili facenti parte del Condominio e di conseguenza sullo stato di sicurezza dello stesso, ad esempio anche se sono in corso lavori edili. La reiterata proposta da parte del Movimento de quo in ordine alla creazione di tale banca dati, è ritenuta tra l’altro un occhio discreto ma bene aperto in merito all’andirivieni di cittadini, stranieri e non che popolano la nostra città di Ladispoli (Roma).  Il Movimento Civico di Idee e Cultura “INSIEME”, sigla “INS.”, ringrazia la Redazione del Mass – Media per l’eventuale piccolo spazio concesso e considerato che l’anno 2016 sta volgendo al termine, Augura a tutti, Buon Anno e Buone Feste.

MOVIMENTO CIVICO DI IDEE E CULTURA “INSIEME”