Spacciavano olio extravergine contraffatto. Finanza scopre a Roma la frode in commercio

0
274

Operazione Clorofilla

Scoperto dalla Guardia di Finanza di Roma e dai Carabinieri del N.A.S. di Roma un commercio fraudolento di olio extravergine contraffatto che veniva venduto con etichette di grandi marche taroccate a negozi e ristoranti a Roma e in tutto l’hinterland.

Due fratelli ed un loro socio sono accusati di frode in commercio, contraffazione e alterazione degli alimenti. Si tratta di F.D.M, 57 anni, arrestato perché trovato recidivo anche del reato di furto, e A.D.M. 49 anni, fratelli entrambi di Roma e di C.L.  di Torre Del Greco classe 1954.

I tre in un capannone nella zona di via del Serafico a Roma “producevano” olio extravergine  di oliva falso mettendo insieme clorofilla, olio di semi e residui di olio extravergine. Lo confezionavano con etichette false tra le quali Monini, San Marco e Zucchi e poi con un camioncino lo distribuivano in prima persona a ristoranti, pizzerie e negozi anche a prezzi elevati.

Di fatto i ristoratori e i commercianti sono stati frodati perché ritenevano di acquistare olio di qualità. Due le ditte implicate nella operazione denominata “Clorofilla” di oggi. Si tratta della 2 Romeo Since 1956 intestata alla suocera di uno dei fratelli di 89 anni e invalida al 100 per cento con la quale veniva effettuata la distribuzione porta a porta e la Moving People srl alla quale faceva capo la produzione in zona via del Serafico.

Per altro il capannone era allacciato abusivamente alla linea elettrica di Roma pertanto F.D.M., con precedenti specifici,è stato accusato di furto aggravato di energia elettrica e tratto in arresto.

Nel corso della perquisizione delle abitazione di C.L. è stata trovata anche della cocaina oltre a 1.500 euro in contanti. L’uomo è stato anche denunciato a piede libero un soggetto per “detenzione di sostanza stupefacente”. Sequestrate anche decine di etichette contraffatte e varia documentazione contabile probatoria.

L’operazione è stata condotta dai Carabinieri del N.A.S. di Roma e dell’Arma territoriale competente, congiuntamente ai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma – 3° Nucleo Operativo Metropolitano e Compagnia di Frascati.