Poche emozioni nel derby, Cerveteri – Ladispoli finisce 0-0

0
103
Alcune fasi del derby Cerveteri - Ladispoli

E’ finito 0-0 il derby amichevole Cerveteri – Ladispoli giocato al campo Galli. Complice il caldo e la voglia di non farsi male a pochi giorni dall’avvio della stagione, le due squadre non hanno affondato i colpi, pur affrontandosi a viso aperto per rispetto del pubblico presente.

Onestamente non è stato un gran derby, pochissimi tiri in porta, tanto fraseggio a centrocampo e vari esperimenti tentati dai due allenatori che hanno fatto giocare anche i rincalzi nel secondo tempo. Il Ladispoli ha ovviamente fatto la partita, ma il Cerveteri nonostante le due categorie di differenza non ha sfigurato, andando vicino alla vittoria nel finale quando solo una grande parata di Salvato ha evitato il ko ai rossoblu. Nel primo tempo il Ladispoli aveva colto una traversa con Di Mario. Nel complesso un derby senza sussulti, le due compagini sono ancora imballate dalla preparazione atletica, ma alcuni segnali si sono intravisti. Il Cerveteri, grazie ad alcune individualità, appare in grado di recitare un ruolo da protagonista nel campionato di Promozione e puntare all’alta classifica per tentare quel salto di categoria atteso da anni. I verde azzurri sono arcigni, completi in ogni reparto, soprattutto tra le mura amiche potrebbero conquistare quei punti necessari ad insidiare le favorite del girone. Davvero una bella squadra quella cerite.

Sul Ladispoli il discorso è diverso. E’ indubbio che aver cambiato molti elementi provoca dei ritardi nell’apprendimento delle linee tattiche del nuovo mister Zeoli, ma è altrettanto innegabile che la stagione è alle porte e che il Girone G della Serie D mai come quest’anno sia livellato in alto. Insomma sarà un campionato che non ti aspetta, inutile sperare che le dirette concorrenti per la salvezza procedano a passo di lumaca come accadde lo scorso torneo. Il Ladispoli appare solido in difesa e molto ficcante in avanti dove l’arrivo di bomber Di Mario ha reso ancora più pericoloso il reparto offensivo. A centrocampo, a nostro parere, servirebbe almeno un altro rinforzo in grado di supportare la gran mole di lavoro svolta da Manoni. I rossoblu hanno tanti giovani di belle speranze, molti li abbiamo ammirati nel derby nel secondo tempo, ma è ovvio che occorrerebbe un atleta di esperienza in mezzo al campo per evitare i troppi lanci lunghi che ancora caratterizzano il gioco del Ladispoli come abbiamo potuto vedere anche ieri sugli spalti del Galli di Cerveteri. Tempo ne esiste ancora per rafforzare la rosa, ma i giorni passano ed il primo settembre arriverà allo stadio Angelo Sale un cliente non proprio comodo come il Trastevere che punta alla promozione in Serie C. Siamo certi che la società del presidente Paris saprà ancora intervenire sul mercato.