Piazza Grande, la Regione ha detto sì

0
2986
Piazza Grande
immagine della piazza grande

Approvato dalla Pisana il progetto di riqualificazione
dell’area che ospita il campo sportivo

Ricordate le polemiche della scorsa primavera sul progetto di riqualificazione dell’area attualmente occupata dal campo sportivo? Tra presunte proteste popolari, referendum falliti e profeti di sventure, si propalò l’idea che la variante urbanistica potesse essere affossata in modo definitivo una volta arrivata all’attenzione della Regione Lazio. Dopo essere stata approvata a larghissima maggioranza dal Consiglio comunale di Ladispoli a luglio dello scorso anno. Tanto rumore per nulla, come era facilmente prevedibile, visto che la Giunta della Pisana ha approvato il piano urbanistico in variante al piano regolatore, conosciuto come Piazza Grande. Da notare, contrariamente a quanto era stato scritto da alcuni mass media, che il progetto è stato ratificato non per silenzio assenso ma per delibera ufficiale da parte della Regione Lazio. Il primo passo per l’avvio dei lavori è stato compiuto in questi giorni con la firma dell’atto con cui la proprietà delle aree interessate cede al comune i 3.900 metri quadrati dove sarà realizzata, sempre a spese dei proponenti il Piano, la piazza grande davanti alla chiesa del Sacro Cuore. Oltre alla piazza, saranno di uso pubblico altri 3 mila metri quadri di parcheggio. In totale sui 14 mila 650 metri di superficie totale dell’area, più del 50% saranno di proprietà pubblica o di uso collettivo. Il resto adibiti ad edilizia residenziale e commerciale. Da notare che la società che ha presentato il progetto dovrà anche realizzare un campo di calcio che si affiancherà al nuovo stadio che sta per essere ultimato nell’area compresa tra l’Aurelia, il Vaccina e l’Area artigianale. Con la delibera regionale cala dunque il sipario su una faccenda che ha provocato sin troppo clamore, non ci sono state le ventilate rivolte popolari, probabilmente la gente ha capito che quella zona del quartiere campo sportivo, una volta demolito lo storico ma obsoleto stadio Marescotti, rischiava di rimanere abbandonata ed in preda al degrado. Come purtroppo altre aree di Ladispoli che meriterebbero adeguati interventi da parte dell’amministrazione comunale, prima che sia troppo tardi. Come, ad esempio, la zona archeologica della Grottaccia, passata dai fasti degli spettacoli estivi per tanti anni, all’attuale stato di incuria tra erbacce, sporcizia e degrado.