“NOI CI SIAMO”: UN COMITATO DI CITTADINI DEL LAGO INCONTRA IL SINDACO DI ANGUILLARA

0
583

Il Sindaco Pizzigallo è stato il primo (e fino ad oggi, l’unico) dei sindaci del comprensorio del Lago di Bracciano ad accogliere la richiesta di incontro.

Mercoledì 18 Maggio 2022 si sono incontrati con il loro Sindaco, Avv. Angelo Pizzigallo, alcuni cittadini del Comune di Anguillara Sabazia per chiedere ascolto. Noi Ci Siamo, appunto. Rappresentando un numero crescente di cittadini che vivono con forte disagio il modo restrittivo di gestione della Covid-19 e continuano ad essere additati per le loro opinioni in merito, la delegazione si è appellata al primo cittadino per esporre queste esperienze e per avviare un confronto trasparente con le istituzioni responsabili del benessere cittadino.

Con il motto “Noi Ci Siamo”, il coordinamento Libera Tuscia raduna in sé cittadini dei Comuni di Bracciano, Anguillara Sabazia, Trevignano Romano e Manziana, critici delle misure messe in atto per far fronte alla diffusione del Sars-Cov-2 e preoccupati per l’involuzione sragionata della campagna vaccinale, nonché apprensivi di un clima quasi dogmatico di censura intorno all’argomento. Infatti il comitato si fa istanza anche di concittadini (inclusi fra essi medici e farmacisti) che in confidenza gli raccontano le loro riflessioni in merito, ma per cui non riescono o non se la sentono di esporsi.

Il Sindaco Pizzigallo è stato il primo (e fino ad oggi, l’unico) dei sindaci del comprensorio del Lago di Bracciano ad accogliere la richiesta di incontro da parte del coordinamento, e si è rivelato immediatamente rispettoso, ragionevole e ben disposto al confronto. Attraverso storie personali – di figli esclusi dallo sport, anziani isolati nelle RSA, alunni sani e di robusta costituzione relegati a casa o terrorizzati dalla pressione psicologica di conformare ad abitudini malsane intorno alle mascherine – ma anche citando rinomati studi scientifici ed elencando le sentenze che iniziano a dare ragione a chi ha da subito dubitato della proporzionalità delle misure anti-Covid-19 e della costituzionalità delle regole ricattatorie dello strumento del Green Pass, la delegazione ha esortato il Sindaco a farsi carico di agevolare un ripristino di una convivenza incentrata sul rispetto di opinioni fondate, sul dialogo equiparato e sulla trasparenza di fatti che starebbero alla base di misure politiche lesive dell’economia e socialmente disgreganti.

A dare supporto scientifico al comitato erano presenti anche il Professor Tom Jefferson, medico epidemiologo della Cochrane Collaboration e Massimiliano Paolini rappresentante regionale dell’associazione nazionale COMILVA. Il Sindaco Pizzigallo acconsentirà all’accesso ai dati – disaggregati ma opportunamente anonimizzati – della ASL di zona in merito alle infezioni, ai tamponi, alle inoculazioni e i lotti di vaccino utilizzati, e agli effetti avversi registrati. Questo dovrebbe gettar luce sull’effettiva incidenza della malattia e sull’efficacia e sicurezza delle terapie geniche applicate, in modo da poter valutare le politiche di gestione più opportune. Alla richiesta di aprire un tavolo di confronto duraturo con il coordinamento Libera Tuscia non ha voluto dare seguito, ma approverebbe l’organizzazione di un evento formativo e di confronto con la cittadinanza.

In conclusione, con il progetto “Noi Ci Siamo” il coordinamento chiede al Sindaco di farsi portavoce dell’iniziativa anche presso gli altri sindaci del Lago, al quale l’Avv. Pizzigallo menziona il Distretto Socio-sanitario del comprensorio del Lago, presieduto dal Comune di Bracciano, che verrà sicuramente coinvolto per rafforzare il rapporto fra cittadinanza e istituzioni. Il coordinamento Libera Tuscia si adopererà per l’allestimento di un evento informativo dove coinvolgere la cittadinanza in prima persona prima dell’avvento della nuova stagione influenzale.