NEL SEGNO DELLA BILANCIA

0
812
bilancia

Caratteristiche

Segno cardinale di Aria, dominato dal pianeta Venere, scandisce l’ingresso dell’autunno. Dal temperamento di solito sereno, i nati sotto questo segno sono persone diplomatiche e ragionevoli, veri operatori di pace che detestano liti e discussioni. La loro natura cerebrale, equilibrata con quella emotiva, è una caratteristica che gli conferisce una importante capacità di giudizio oggettivo. Allo stesso modo tale qualità può paralizzarli e diventare un difetto, perché basta una nuova informazione o una diversa alternativa per portarli a rielaborare completamente la soluzione che avevano trovato ad un problema, ad un giudizio o ad una scelta generando così l’esatto contrario: indecisione. Di animo gentile e rassicurante, possono essere vittime di persone aggressive e senza scrupoli. Amabili e appassionati di tutto ciò che è bello, spesso sono predisposti ad un ramo artistico. Persone famose nate sotto il segno della Bilancia sono: Giuseppe Verdi, Nietzsche, Wilde, il grande pacifista indiano Mahatma Gandhi, Luciano Pavarotti, John Lennon, Renato Zero, Zucchero, Lorenzo Jovanotti, Francesco Totti, Le Corbusier e Italo Calvino.

Bilancia: Mito e costellazione

La costellazione era nota sin dai tempi dei Sumeri con il nome Zib-Ba An-Na. Per i greci questa costellazione faceva parte di quella dello Scorpione ed erano le Chelae, le chele, le pinze del pericoloso animale. Per i romani era una costellazione conosciuta con il nome di Libra ed era importantissima perchè era lo strumento con la quale Astrea, la dea della giustizia pesava le azioni e quindi il destino degli uomini. Ma non solo: il poeta e astrologo latino Marcus Manilio (I sec. A.C. – I sec. d.C.), autore del poema Astronomica racconta che la fondazione di Roma è avvenuta proprio con la Luna in Bilancia. La costellazione astronomica è invece poco appariscente. Le due stelle principali Alpha Librae, che è una stella doppia e Beta Librae, dal colore verde, erano le chele dello Scorpione, dai nomi arabi Zubenelgenubi (Chela del sud) e Zubeneschamali (Chela del nord).

Oroscopo 2020

Questo è stato un anno pieno di scelte che ha imposto continue revisioni e continue decisioni in tutti gli ambiti della vostra vita. Un periodo che non ha brillato sotto il lato economico sia per le entrate spesso limitate sia per le uscite impreviste ed eccessive. Questo stato di cose spesso ha portato agitazione e sconforto per via anche delle continue alternative che avete dovuto elaborare per sistemare le cose o limitare i danni. Una fatica che in estate si è alleggerita e che per molti terminerà con l’ultima parte dell’anno che vi vede più sereni e meno stanchi anche grazie ad una tregua degli eventi necessaria e da sfruttare soprattutto per mettere in fila le idee e per ricaricare le forze sia fisiche che mentali. Le occasioni favorevoli comunque non sono mancate per chi ha osato o per chi ha deciso di fermarsi, due punti opposti che però hanno portato ad una posizione. Le indecisioni sono state infatti il punto debole di questo 2020. Dal mese di ottobre vi aspettano momenti migliori anche in amore che riscoprirà la passione sia nelle coppie giovani che in quelle più datate. Nel lavoro le tensioni continueranno anche se meno intense rispetto ai mesi precedenti: attenzione a non farvi escludere da un progetto che nell’anno nuovo porterà buoni frutti sia professionali che economici e a chi si finge amico. Punto fermo rimane la famiglia, sempre presente, sulla quale potrete contare in ogni momento e che vi stringe in un abbraccio di affetto formidabile.

Oroscopo letterario

Un romano crudo ma affascinante, “Il sentiero dei nidi di ragno”, opera esordio di Calvino, una continua decisione per prendere coscienza di sé stessi, alla ricerca di un amico vero che però si rivelerà un errore fatale: era meglio custodire nel nido dei ragni un segreto importante.