Liceo Scientifico Galilei di Santa Marinella

0
123

Il Liceo Galilei ha ricevuto due premi, uno a livello provinciale di 1000 Euro e una menzione speciale a livello Nazionale per le implicazioni etiche e civiche dello stesso.

Il Liceo Scientifico di Santa Marinella ha già partecipato con successo al concorso “Storie di alternanza” bandito ogni anno da Unioncamere, che premia i progetti più significativi di PCTO (Percorsi di Competenze Trasversali e per l’Orientamento).

Questa volta però il doppio premio ha suscitato una gioia particolare perché il lavoro realizzato dalla classe 4GS nello scorso anno scolastico è stata la scrittura e la pubblicazione di un libro dedicato ad Alessandro. Alessandro è il compagno di classe che una grave malattia, comparsa nel primo anno del liceo, ha portato via. Che fare? L’ impegno profuso dagli studenti, dagli insegnanti, dai familiari e dagli amici ha colmato il vuoto di un anno scolastico senza Alessandro. Il progetto è stato non solo l’elaborazione del lutto, ma anche una riflessione sulle relazioni, sulla gestione della malattia, sulla solidarietà, sulla ricerca scientifica.

Il libro ha permesso di continuare un dialogo serrato con l’amico perduto ed insegnato che un dolore si può trasformare in un atto di amore e di solidarietà devolvendo il ricavato all’associazione onlus “Gli amici di Flavia” che ospita le famiglie di bambini/ragazzi oncologici durante l’estate.

Il Liceo Galilei ha ricevuto due premi, uno a livello provinciale di 1000 Euro e una menzione speciale a livello Nazionale per le implicazioni etiche e civiche dello stesso. Gli studenti amano credere che la singolare personalità di Alessandro, ragazzo spumeggiante, luminoso, forte e determinato, li abbia accompagnati nella scrittura suggerendo lo spirito dell’ intero libro fino a raccogliere questa grande soddisfazione.

Le docenti di riferimento sono state le professoresse Paola Rocchi, Clelia Di Liello e Simona Inesi insieme all’ intero consiglio di classe che ha dato il suo contributo. Il tutor che ha seguito dall’ esterno è il signor Antonio Barone, esperto di editing. La dirigente scolastica, professoressa Maria Zeno, ha seguito con interesse e sensibilità l’intero percorso.