Lago di Bracciano: E la nave va. Festa per il ritorno alla navigazione della Sabazia II

0
422

Il vicesindaco metropolitano Pierluigi Sanna: “un’attenzione di Palazzo Valentini al territorio”

Cosa unisce Bracciano, Anguillara e Trevignano? Il lago ovviamente ma anche il battello Sabazia II. Senza la motonave, il lago, già provato dall’abbassamento del livello, sembrava mutilato. Ed è per questo che il ritorno alla navigazione del battello gestito dal Consorzio Lago Bracciano, sottoposto a lavori di adeguamento alla carena, ha segnato una festa per tutto il territorio intorno. Una “nuova” inaugurazione, domenica 24 luglio, alla quale nessuno è voluto mancare. Presenti il vicesindaco di Città Metropolitana di Roma Capitale Pierluigi Sanna, presenti i sindaci di Anguillara e Trevignano, Angelo Pizzigallo e Maciucchi, il vicesindaco di Bracciano Alfredo Massi, assessori, consiglieri di maggioranza ed opposizione delle amministrazioni rivierasche e, in rappresentanza del Parco di Bracciano-Martignano, il neo nominato funzionario a capo dell’ufficio tecnico dell’area protetta Marco Rocchi. A fare da padrone di casa il presidente del Consorzio Renato Cozzella. Molti i ringraziamenti per Sira Lucchetti, ingegnere navale e funzionario del Consorzio, che si è spesa per un ritorno alla normalità. Nei vari interventi che si sono susseguiti, tra i quali anche quello del consigliere metropolitano delegato all’Ambiente Rocco Ferraro, si è voluto rimarcare come il ritorno alla navigazione del battello segni anche una fase di ripartenza del territorio. Non a caso il vicesindaco metropolitano Sanna ha sottolineato come, pur in mancanza di approvazione del bilancio metropolitano fissato per il 29 luglio, l’impegno di spesa per i lavori di spesa della motonave Sabazia II abbia segnato la giusta attenzione da parte di Palazzo Valentini ad un territorio tutto che ha sofferto per l’assenza della navigazione di un battello, tra i simboli del turismo sabatino. “È un risultato che arriva dopo anni di silenzio – ha aggiunto il vicesindaco metropolitano Sanna- ed è un segnale che il nostro ente è vivo e vicino alle comunità del territorio. Questa è stata una delle priorità decise a inizio di questo mandato insieme al sindaco Gualtieri e ai sindaci del territorio, fortemente sostenuta dal consigliere Ferraro, e siamo riusciti a dare una risposta ancora prima dell’approvazione del bilancio, che è prossimo ad essere approvato”. “È un buon segnale di rinascita – ha detto il consigliere regionale Emiliano Minnucci – che fa ben sperare per il futuro, per un ritorno del Consorzio ai fasti che visse durante le stagioni migliori, prima tra tutte quella vissuta sotto la guida di Rolando Luciani”. La nave riparte e con essa riparte un territorio che vuole lasciarsi alle spalle il periodo buio della pandemia, dell’assalto del 2017 da parte di Acea Ato 2 e che vuole tornare a fare turismo in un ecosistema protetto. La Sabazia II nel suo girovagare sul lago si rileva per cittadini e turisti un segnale di ripresa, turistica e non solo, facendo non solo materialmente da trait d’union tra amministrazioni che pur, con “sfumature” politiche diverse, lavorano – e ciò anni fa non era affatto scontato – per l’intero territorio. La nave va e sulla sua bianca scia sul lago si inseriscono le tante aspettative di amministratori, cittadini, commercianti ed operatori turistici.

Graziarosa Villani