Ladispoli e il toto-candidati: Alessio Pascucci pronto a dire «Sì»

0
1121

La sua scesa in campo però spinge il Pd a proporre un nome interno. In pole position Federico Ascani e Silvia Marongiu.

Alessio Pascucci ha confermato di aver dato la sua disponibilità per candidarsi a Ladispoli come sindaco. Si voterà (proprio come a Cerveteri) nella primavera del 2022. «Sono stato contattato da alcune forze del centrosinistra – conferma – per un progetto politico molto interessante. Mi hanno chiesto di impegnarmi come sindaco e ci sto pensando seriamente, altrimenti non avrei dato la disponibilità. Ho chiarito che è un percorso che non avrei mai immaginato, credo però in un territorio unito tra Ladispoli e Cerveteri. È il mio sogno». Su chi potrebbe contare Pascucci? Scontato l’appoggio di Italia in Comune, tra l’altro il partito fondato per sua volontà nel 2018, poi Italia Viva, Psi e “Azione Ladispoli”. Ci sarebbe anche il sostegno di “Ladispoli Città” con il leader Eugenio Trani, consigliere comunale, pronto a rinunciare alla candidatura a sindaco. Al momento lontano l’accordo con il Pd che domenica si riunirà per arrivare ad una figura più interna. In ballo ci sarebbero Federico Ascani e Silvia Marongiu: entrambi si sono resi disponibili per una candidatura. Il Cinque Stelle invece è più vicino ai dem rispetto che ai pascucciani. Si vedrà, ormai la corsa a Palazzo Falcone è iniziata e molto presto lo scacchiere delle nomine sarà composto.