LADISPOLI, COMMISSARIATO DI POLIZIA: «APRIRÀ DOPO L’ESTATE»

0
335
commissariato polizia

INTERVENGONO SUL CASO IL SINDACO GRANDO E IL SEGRETARIO GENERALE DEL SILP CGIL PATITUCCI.

Le chiavi erano state consegnate già nel 2020 alla polizia di Stato ma il nuovo commissariato di Ladispoli ancora non è aperto (si era detto prima dell’estate). Tanto che erano sorti dei dubbi, subito però spazzati via dai sindacati. «Ottobre prossimo – parla Antonio Patitucci, il segretario generale del Silp Cgil di Roma e del Lazio – dovrebbe essere il periodo indicato per l’entrata a regime del commissariato che al momento prevedrebbe 50 unità coprendo un territorio molto vasto. Parliamo di una scelta istituzionale importante, in un ambito giurisdizionale che rappresenta una zona cuscinetto attualmente presidiata da due commissariati confinanti. Il fatto di aprire in una realtà così emergente è un investimento fondamentale dal punto di vista della sicurezza, soprattutto nella stagione estiva. L’obiettivo può definirsi raggiunto. C’è stato qualche rinvio per motivi burocratici e logistici ma si può dire: Ladispoli avrà il suo commissariato dopo l’estate». L’inaugurazione era attesa già per il mese di maggio. Poi tra pandemia, lungaggini burocratiche e con il cambio al vertice del questore a Roma (Mario Della Cioppa al posto di Carmine Esposito), l’apertura è slittata e così anche l’approdo degli agenti. Sul fronte ladispolano già decine e decine di poliziotti avrebbero chiesto il trasferimento da Roma, Fiumicino e altre località del Lazio.

Notizia che fa ben sperare anche la giunta comunale di Palazzo Falcone pronta ad offrire sin da subito la propria disponibilità stabilendo il trasferimento quasi immediato degli agenti della Polizia Municipale e dei membri della Protezione Civile dalla sede di via Vilnius, l’edificio ritenuto idoneo dal ministero per realizzare il commissariato al termine di diversi sopralluoghi. Un punto strategico comunque. L’iter era partito a dicembre del 2019 quando il Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto al Viminale dal ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, nella pianificazione dei presidi delle forze di polizia per l’anno 2020 aveva incluso Portuense, Castelverde e Ladispoli. «La struttura è stata messa a disposizione già dallo scorso giugno – ammette Alessandro Grando – e inoltre abbiamo già firmato il contratto di comodato gratuito con la prefettura di Roma. Chiediamo continuamente aggiornamenti per avere notizie sui tempi. Si tratta di un cambiamento epocale per Ladispoli che si è sempre battuta per il commissariato attraverso mozioni nelle sedi istituzionali, petizioni popolari e richieste ufficiali agli enti preposti. È un grande risultato per la città e a breve contiamo pure di inaugurare la nuova caserma dell’Arma dei carabinieri. Non manca tanto affinchè vengano firmati i contratti di affitto con la prefettura».

Per prassi il dirigente del commissariato dovrebbe occuparsi dell’ordine pubblico ma anche delle questioni amministrative legate a passaporti, armi e licenze per gli esercizi di scommesse.