La memoria si fa impegno civico

0
162

Ladispoli piazza Giovanni Falcone
ore 10,30/ 13 (nei pressi degli Uffici Anagrafe )

Con la presente siete cordialmente invitati a partecipare alla XXIV° giornata  della memoria del prossimo 21 marzo 2019 per commemorare i morti delle mafie, per promuovere l’educazione alla legalità, per sviluppare il senso civico della partecipazione.

Libera ha scelto Padova come piazza principale per la XXIV° giornata della memoria e dell’ impegno nazionale per stare vicino a chi, nel Nordest, non si rassegna alla violenza mafiosa, alla corruzione e agli abusi di potere, ma per valorizzare l’opera di tante realtà, laiche e cattoliche, istituzionali e associative, impegnate per la dignità e la libertà delle persone.

“Il primo obiettivo – ricorda il presidente e fondatore don Luigi Ciotti – è la vicinanza alle famiglie di chi ha perso la vita. Non si tratta di una celebrazione, ma di memoria viva che si traduce in impegno e responsabilità concreta». Perché nel Nordest – e le tante inchieste giudiziarie lo stanno a dimostrare – la criminalità organizzata ha attecchito e prosperato con lo spaccio di droga, ma pure nel più recente traffico di rifiuti, nelle finanze, nel riciclaggio di denaro sporco con l’acquisto di immobili, fino alle redditizie sale scommesse”.     Resistere oggi significa esistere: non possiamo limitarci ad assecondare il corso della storia ma dobbiamo assumerci la responsabilità di deviarla quando vediamo che sta prendendo una direzione contraria alla libertà e alla dignità delle persone e alla loro speranza di giustizia.  Nel 1995 nasce Libera e lancia la prima campagna nazionale con una raccolta firme per un disegno di legge che potesse aggiungere un pezzo importante alla legge Rognoni – La Torre: il riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie. Il 7 marzo 1996 compare in Gazzetta ufficiale la legge 109, che rende finalmente la società civile protagonista della lotta alle mafie, attraverso la possibilità di riappropriarsi delle proprietà: terreni, locali, case, alberghi, e creare nuove dinamiche legali e positive. Se qualcuno dice “non c’è niente da fare”, ricordagli che migliaia di persone firmando una proposta di legge hanno cambiato una parte importante della storia dell’antimafia. Siamo sicuri che cambiare si può. Altra conquista, dopo ventidue anni, il 1° marzo 2017, con voto unanime alla Camera dei Deputati, è stata approvata la proposta di legge che istituisce e riconosce il 21 marzo quale “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie”. Oggi non solo Libera può organizzare la giornata della memoria, ma qualunque associazione o istituzione e in ogni parte della nazione.

Noi come presidio del territorio di Ladispoli Cerveteri, abbiamo scelto la piazza Giovanni Falcone di Ladispoli, la stessa che abbiamo usato lo scorso anno quando ad organizzare è stato l’Istituto comprensivo Ladispoli 1 con il nostro sostegno. Quest’anno, vista la sensibilizzazione e la richiesta di partecipazione, il nostro presidio si assume il compito di divulgare e invitare tutte le forze educatrici, Istituti statali e privati, con un folto numero di classi a sostenere questo cammino verso la formazione alla legalità. Gli studenti volontari che volessero leggere nel momento più solenne, i nomi e i cognomi delle vittime delle mafie, possono comunicarlo a questo presidio, saremmo lieti di trovarne tanti per poter leggere le centinaia di nomi da onorare. Le scuole partecipano con un cartello o striscione che reca il nome dell’Istituto, con uno o più cartelli che recano uno slogan che inneggi alla pace o alla legalità. Il dirigente o delegato dell’istituto che volesse esprimere un pensiero pubblicamente, è pregato di informarci in tempo, entro il 12 marzo non oltre e saremo lieti di lasciare lo spazio necessario per poter intervenire. Comunicate il numero dei partecipanti per poter organizzare in sicurezza. Sono ammessi canti o poesie che sottolineino il valore della giornata sempre se prenotati.

Per ulteriori informazioni tel 380 450 6138.

Programma della giornata

Ore 10,30 Raduno in piazza Giovanni Falcone nello spazio antistante gli uffici comunali dell’anagrafe. Si può arrivare già dalle ore 10.

Ore 10,30 / 11 Introduzione, saluti delle autorità locali, espressioni degli Istituti che lo hanno richiesto

11/ 11,30 Lettura dei nomi

11,30 /12 Collegamento con Padova tramite la connessione RAI per sentirci uniti ai 400 posti di commemorazione sparsi in tutta Italia.

ore 12  Interventi, canti, letture di poesie, manifestazione libera, a chiusura intervento del coordinamento Libera

Termine entro e non oltre ore 13.