Incontro con la poetessa Antonella Pagano a Ladispoli

0
42

Dopo la pausa per le feste di Ognissanti, riprendono i venerdi’ con l’Aperitivo Culturale a Ladispoli.Il 9 Novembre 2018, ore 19,00 presso la Caffetteria dell’Hotel Villa Margherita avremo l’onore di ospitare una cara amica e una donna veramente speciale: la poetessa Antonella Pagano.

Impossibile raccontare Antonella Pagano in poche parole, tante sono le cose che ha scritto, realizzato, recitato, inventato, creato. Un fiume limpido e impetuoso di idee e un’ instancabile ricercatrice, comunicatrice, tessitrice di fili poetici sempre nuovi.

Pugliese di nascita, ha vissuto per lunghi anni a Matera. E’ laureata in sociologia e vive a Roma, dove ha cresciuto i suoi figli e si occupa di cultura e politiche giovanili.

Tra le pubblicazioni ricordiamoil poemetto Percorrimi, il suo  manifesto esistenziale. Inno alla vita, è poesia che indaga e spazia nei “territori dell’anima, fisici e del pensiero”, con potente aderenza alla realtà contemporanea; è denuncia sociale, ma è l’approdo alla parola magica AMORE che, per l’inguaribile romantica qual è Antonella Pagano, è di fondamentale importanza. Un amore manifesto in tutte le possibili forme espressive.

RONDINE CON TE – SILLABE INNAMORATE

Le perlustrazioni sociologiche passano per le sillabe d’un lessico personalissimo, quindi viaggiano per rondini, gattine, carezze e bolle d’aria fino a raggiungere lessici più canonici, tutti miranti a far perenne l’inesausto lavorare al cantiere della Bellezza in una estetica che dichiara palesemente la maternita dell’etica. Il suo“Modello di Pedagogia dell’Arte che passa per la Creatività e conduce alla Bellezza” è metodo potente per attrarre e moltiplicare l’attenzione e la cura verso l’infinito Patrimonio di Bellezza che gli uomini hanno saputo edificare; metodo attivo di sviluppo della creatività che è trasformare la bellezza del cuore in una bellezza tangibile per sé e per gli altri.

Invoca accoratamente l’urgenza di recuperare e far ritorno agli alfabeti, soprattutto quello di terra e di pane che ha reso visibili. Le sue sillabe innamorate, sono la sollecitazione al recupero della passione verso il Pianeta, i suoi abitanti e le creazioni dell’uomo, dalle più piccole alle più grandi. Cominciare dalle sillabe per comporre parole innamorate e gesti d’amore verso il Patrimonio, l’Uomo e la Società,  per auspicare un generale innamoramento della vita, della natura, del pianeta, dell’Arte, della cultura sociale e della convivenza, innamoramento attraverso il quale ritrovare i fondamenti della civiltà autentica nell’oggi in cui si vive una civiltà malata.

Antonella arriverà con il suo libro euno stormo di rondini di pane….

LE SUE PAROLE TROVANO IL MODO E LA STRADA PER DIVENIRE OPERE D’ARTE.

Quando sogno e realtà si fondono; quando Sole e Luna si sposano e conscio ed inconscio danzano insieme; quando conoscenza e intuizione viaggiano tenendosi per mano accogliendo volontà e ragione; quando si hanno a cuore l’Arte, la Bellezza, la Solidarietà, la Pace e si comprende che la Musica e la Poesia sono i capi cantiere e gli strumenti più evoluti e perfetti per materializzare tali valori ed esercitarli nella verità e nella condivisione autentica…, è allora che la magia si compie, ed concreta e durevole.

Vi aspettiamo venerdi 9 Novembre ore 19 a Ladispoli, Via Duca degli Abruzzi 143

Ingresso gratuito