Elezioni Europee 2024

0
44
europarlamentare

Vita da europarlamentare

Quanto riceve di stipendio un europarlamentare?  É riportato nero su bianco sul sito del Parlamento Europeo, (qui) che indica tutti gli introiti che riceve un eurodeputato UE a seguito della sua elezione: ogni europarlamentare percepisce la stessa indennità, il cui importo è pari a 10.075,18 euro lordi, cioè 7.853,89 netti. L’importo varia a seconda del regime fiscale del paese di riferimento.
la pensione per gli ex deputati ( a 63 anni) ammonta al 3,5% dell’indennità per ogni anno compiuto di esercizio del mandato e a un dodicesimo di quest’ultima per ogni ulteriore mese compiuto, per un massimo complessivo del 70%.

Oltre allo stipendio un europarlamentare gode di indennità di vario tipo per la copertura di spese generali, di viaggio, mediche e altro. Un importo forfettario per l’affitto degli uffici, strumenti informatici, forniture per ufficio, telefoni cellulari e abbonamenti di telefonia mobile e a Internet. Tale indennità viene dimezzata a chi partecipa a meno di metà delle sedute plenarie previste nell’anno. Inoltre, è prevista l’indennità giornaliera (indennità di soggiorno) di 350 euro al giorno, per coprire le atre spese: alloggio, pasti e più in generale a ciò che spende per ogni giorno che si trova al Parlamento Europeo. Anche le spese per arrivare sul luogo di lavoro: aereo, treno, carburante e pedaggi autostradali.
Per i viaggi all’estero gli europarlamentari hanno diritto al rimborso delle spese di viaggio e alloggio per un massimo di 4.886 euro.
L’europarlamentare infine ha diritto a un rimborso di due terzi delle spese mediche sostenute. E concluso il mandato ha diritto a un’indennità transitoria, il cui importo è l’equivalente di un mese di indennità per ogni anno di esercizio del mandato, per un massimo di due anni.

Il Parlamento europeo è composto da 705 deputati eletti nei 27 Stati membri dell’Unione europea allargata. Dal 1979 i deputati sono eletti a suffragio universale diretto per una periodo di cinque anni. Ogni paese stabilisce le proprie modalità elettorali ma deve garantire l’uguaglianza di genere e la segretezza del voto. Per le elezioni europee vige il sistema proporzionale. L’età età minima per esercitare il diritto di voto è fissata a 16 anni in Austria, Belgio, Germania e Malta, a 17 anni in Grecia e a 18 negli altri Stati membri. I seggi sono ripartiti in base alla popolazione di ciascuno Stato membro. Più di un terzo dei deputati al Parlamento europeo sono donne. I deputati europei sono raggruppati per affinità politiche e non per nazionalità. I deputati europei dividono il loro tempo tra le loro circoscrizioni elettorali, Strasburgo – dove il Parlamento europeo si riunisce in seduta plenaria 12 volte all’anno – e Bruxelles, dove partecipano a ulteriori tornate, nonché a riunioni di commissione e dei gruppi politici. Le modalità di esercizio del mandato parlamentare sono stabilite nello Statuto del 2009. Per ulteriori informazioni : Statuto dei deputati al Parlamento europeo Integrità al Parlamento europeo Il Parlamento europeo attribuisce grande importanza all’integrità, alla trasparenza e alla rendicontabilità delle attività politiche dei suoi deputati.