Elena? Già nel tritacarne

0
1328
Elena Gubetti
L'assessore Gubetti

Gli StraFatti di Toni Moretti

Tutto è stato organizzato affinché il debutto di Elena Gubetti a sindaco di Cerveteri, coincidesse con il ritorno sulle coste ceretane di Lorenzo Cherubini, in arte Jovanotti, che faceva il bis con un concerto evento che avrebbe battezzato il lungomare regalato da Pascucci all’Ostilia come il “lungomare del mondo”, facendo il verso ad una delle sue più famose canzoni: “L’ombelico del mondo”.

Elena ad Alessio lo doveva, non fosse altro che per il sostegno che egli le ha dato affinché vincesse le elezioni e diventasse il primo sindaco donna di Cerveteri, non fosse altro che per lei ha tradito, dicono i ben informati, un “sentimento” più prosaico che politico che voleva un altro candidato sindaco.

Ma si sa, la politica è fatta così. Le associazioni ambientaliste alzano gli scudi per tentare di impedire che tante persone, circa ottantamila, devastino la spiaggia di Campo di Mare, ma non ottengono niente: Jovanotti ha una organizzazione e un produttore potente e il business è business, Elena promette che andrà tutto bene e l’evento si tiene. Ma all’indomani, i cittadini di Campo di Mare che si sono sentiti sequestrati nelle loro case, impossibilitati a spostarsi liberamente con le proprie auto, impossibilitati ad usufruire di servizi pagati agli stabilimenti, si rivolgono alle associazioni dei consumatori, che intervengono con una class-action nei confronti del sindaco e dell’organizzazione dell’evento. Ma non solo, gli ambientalisti hanno documentato un deflusso di migliaia di persone attraverso la zona protetta della palude di Torre Flavia e così la povera Elena si è trovata come per incanto nel tritacarne.

Ma lei, Elena, è abituata a saper portare alle lunghe le cose, basti pensare alla vertenza mai conclusa con i lavoratori della Camassa, azienda la quale non avendo rispettato in più di una occasione l’appalto, non ha avuto, da lei, assessore prima e vice sindaco poi, mai una lettera di richiamo. Li “lascerà cantare” anche questi come ha fatto per gli altri. Stavolta sostenuta dal PD che scrive sui social stizzato:” Non si sa mai come la vogliono. Glie la dai cotta e la vogliono cruda, glie la dai cruda e la vogliono cotta.”
Forse dimenticano che stanno parlando dei cittadini.
 

Toni Moretti