Donazione degli organi e dei tessuti: “Dichiara il tuo sì in Comune a Cerveteri”

0
645
donazione organi
Cerveteri_donazione_degli_organi_e_dei_tessuti

Il Sindaco di Cerveteri Elena Gubetti sposa la campagna di Anci “Donare è una scelta naturale”

Il Comune di Cerveteri aderisce alla campagna nazionale promossa dall’Anci per la donazione di organi, tessuti e cellule: “Donare è una scelta naturale”. Anche quest’anno Anci affiancherà il ministero della Salute e il Centro Nazionale Trapianti in occasione della promozione della 26ma Giornata nazionale per la donazione di organi e tessuti del prossimo 16 aprile attraverso la diffusione del messaggio: “Dichiara il tuo Sì in Comune”.

“Questo è il mio primo anno da Sindaco di Cerveteri e con piacere sostengo questa campagna che rappresenta una vera e propria mobilitazione nazionale da parte di tutti i Comuni italiani – ha dichiarato il Sindaco Elena Gubetti – in fase di rinnovo della carta di identità, da diversi anni i cittadini hanno la possibilità di esprimere la propria volontà, dopo la loro morte, se donare o meno organi o tessuti. Il mio invito, per chi se la sente, è quello di farlo, perché rappresenta un gesto di umanità e generosità immenso, che può salvare altre vite. La speranza è che Cerveteri possa diventare la “Città del Si”: sarebbe un grandissimo gesto di sensibilità, generosità, solidarietà e fratellanza”.

Nel 2022 sono stati registrati 2,8 milioni di nuove dichiarazioni di volontà alla donazione: 1,9 milioni di sì (68,2%) ma anche quasi 900mila no (31,8%), con un leggero peggioramento rispetto al 2021 quando i consensi si erano attestati al 68,9%.

A esprimersi è stato il 55,5% dei cittadini che si sono recati all’anagrafe per richiedere la carta d’identità. Nel dettaglio, le percentuali di consenso maggiori sono state registrate tra le donne (71,3%, contro il 66,2% di sì espresso tra gli uomini) e tra i 35-40enni (72,6%), mentre l’opposizione alla donazione è leggermente più altra fra i giovanissimi (nel 2022 il 30,2% dei 18-25enni ha registrato un no) per poi crescere esponenzialmente oltre i 70 anni (42,4% di no tra i 70-80enni, 56,5% tra gli over 80) nell’errata convinzione che la donazione degli organi in età avanzata non sia possibile.

Ad oggi complessivamente il Sistema informativo trapianti ospita 15,5 milioni di dichiarazioni registrate: 11,1 milioni di sì e 4,4 milioni di no.