Cinema, Il lupo e il leone: un’amicizia a 8 zampe

0
762
lupo

E’ arrivato al cinema “Il lupo e il leone” firmato da Gilles de Maistre, che l’ha anche prodotto con la sua Mai Juin Productions, insieme a Galateé Films e Studiocanal. Il regista sta già lavorando a un nuovo film sul traffico di animali, girato in Colombia:Jaguar my Love”.

di Barbara Civinini

Dopo il successo internazionale di Mia e il leone bianco, Gilles de Maistre, reporter e documentarista Tv per più di 30 anni, torna con una storia di amicizia fra uomo e animali: Il lupo e il leone.

il lupo
I due protagonisti a 4 zampe – Fonte: 01 Distribution

L’idea è nata proprio durante le riprese di Mia, quando Andrew Simpson, addestratore di animali famoso per la sua capacità di lavorare con i lupi, che ha ottenuto grandi riconoscimenti per la serie di HBO, Game of Thrones e per il film di Alejandro Iñárritu, The Revenant, è andato a visitare il set e ha incontrato Kevin Richardson, lo zoologo responsabile della sicurezza di tutto il personale.

Ci siano resi conto – spiega il regista – che non era mai stato girato un film in cui comparissero insieme un leone e un lupo. Prune, mia moglie ha scritto la sceneggiatura. Siccome Richardson era impegnato nella nuova riserva per leoni in Sud Africa, la produzione ha convinto Simpson a subentrargli. Nella prima fase, Simpson è tornato nella sua riserva protetta a Calgary in Canada, per osservare e capire se un cucciolo di lupo e uno di leone potevano sviluppare un legame che funzionasse per il film. “Abbiamo lavorato con Andrew prendendo quattro cuccioli di lupo e due di leone, e li abbiamo osservati mentre erano insieme” dice de Maistre. In ogni fase della lavorazione, è sempre stato centrale il benessere degli animali. E, infatti, Movie Animal Protected ha certificato che il film è stato girato nel rispetto delle migliori condizioni per il loro benessere. “L’arte di questo film – tiene a sottolineare il regista – sta nel vedere questi due mitici predatori insieme sullo schermo, che ci mostrano come riescono a diventare fratelli, nonostante siano nemici in natura. La cosa più importante per noi era che questo legame fosse vero, non volevamo usare effetti speciali. La relazione tra gli animali doveva essere reale, dice”.

lupo
Il regista Gilles de Maistre con i due cuccioli – Fonte: 01 Distribution

La storia è molto semplice, anche se ricca di suspense. La pianista ventenne Alma – interpretata dalla bella e coraggiosa Molly Kunz – ritorna nella sua casa d’infanzia su un’isola sperduta del Canada, dopo la morte del nonno. Qui salva e fa amicizia con un cucciolo di leone e uno di lupo. Ma quando sono scoperti iniziano i guai. Il leone viene catturato e mandato in un circo itinerante, mentre il lupo è portato in un centro di ricerca. I due però sono intenzionati a ritrovare la loro amica e così inizia un’avventura straordinaria. Come per Mia il film è stato girato lungo un arco temporale di 36 mesi per seguire la crescita del leone in tempo reale. La produzione si è articolata su 5 blocchi di riprese, nelle quali il regista e la sua squadra hanno potuto filmare il lupo e il leone mentre crescevano insieme, dai primi momenti fino alla giovinezza, per un arco di 15 mesi.

Alla fine delle riprese gli animali sono rimasti insieme nella riserva di Simpson. In fondo aveva proprio ragione Anatole France – Nobel per la letteratura 1921– quando diceva che “fino a quando non hai amato un animale, una parte della tua anima sarà sempre senza luce”.