CERVETERI, I SOVRAPPASSI PEDONALI SI FARANNO

0
557
attraversamenti pedonali

Coordinamento Lega Salvini Premier Cerveteri: «E’ proprio il caso di dirlo, INSIEME SI PUO’ BATTERE QUESTO SINDACO!!!»

Durante il consiglio comunale del 06 Agosto è stata approvata all’unanimità dei presenti una importante mozione sulla sicurezza dei Cittadini di Cerveteri, abbozzato il testo e individuate le strade pericolose da Menasci Roberto, rifinita impeccabilmente e presentata dalla magistrale Annalisa Belardinelli, insieme al prezioso coordinamento con i consiglieri Luca Piergentili (un plauso per la vigorosa lotta verbale del nostro Leghista contro il Sindaco Pascucci)Alessandro MagnaniMaurizio Falconi preziosi alleati e condivisa dal consigliere Aldo De Angelis, cui va tutto il nostro ringraziamento per aver lottato con Noi, che impegna l’amministrazione a dare incarico ai tecnici comunali per uno studio di fattibilità per la realizzazione di ATTRAVERAMENTI PEDONALI RIALZATI su diverse vie del territorio comunale, in particolare in prossimità delle scuole, e a procedere successivamente alla loro realizzazione, al fine di garantire una maggiore sicurezza dei pedoni.

Per dare peso a quanto chiediamo, riportiamo alcuni estratti:

segue cit. Ispettorato Generale per la Circolazione e la Sicurezza Stradale:

<<” Protocollo:2867/2001

OGGETTO:Attraversamenti pedonali rialzati.

……Si comunica che gli attraversamenti pedonali rialzati non possono essere classificati come dossi di rallentamento della velocità ai sensi dell’articolo 179 del regolamento di esecuzione ed attuazione, perchè la loro geometria è diversa da quanto previsto dalla norma richiamata e non possono essere segnalati come rallentatori di velocità.

Le stesse opere si configurano quale modifica al profilo longitudinale di una strada e per esse non occorrono particolari autorizzazioni di questo ufficio quanto piuttosto di motivazioni tecniche di opportunità o necessità che lo stesso ente può e deve valutare.

Tali opere possono essere eseguite dall’Ente proprietario della strada, utilizzando esclusivamente materiali previsti dalla vigente normativa, e garantendo comunque la percorribilità della strada,

assumendosi la responsabilità di eventuali inconvenienti o danneggiamenti di veicoli che abbiano a verificarsi per effetto di tali modifiche– fine cit..”>>

QUESTA CITAZIONE È RIPORTATA PER DARE ATTO CHE I SOVRAPPASSI SONO UNO STRUMENTO DISSUASIVO MOLTO USATO e che ha generato anche dei quesiti su come vanno definiti.

Si precisa che sono fatti in materiale solido e devono essere presegnalati in ambo le direzioni, con cartelli e luci per le ore notturne, come quelli installati su via della Muratella nel comune di Fiumicino, peraltro strada ad alta percorrenza a causa dei centri commerciali presenti.

Con queste opere si avrebbe finalmente il risultato di non vedere più sfrecciare i bolidi, a bassi costi per il nostro comune, riuscendo infine a salvaguardare i cittadini di Cerveteri secondo quanto previsto dalle norme in materia del codice della strada, delle norme sulla sicurezza pubblica.

QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO

– (interventi sulla sede stradale, attraversamenti pedonali rialzati, istituzione delle isole ambientali previste dalle direttive ministeriali 24 giugno 1995, rallentatori di velocità,

  Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n 6792 del 05/11/2001 “Norme funzionali e geometriche per la costruzione delle strade” (pubblicato sul S.O. della G.U. n 3 del 04/01/2002).

  Modifiche apportate al Codice della Strada con la legge 214/2003 L’art. 2 del Codice introduce una nuova classe stradale funzionale denominata F-bis Itinerari ciclo-pedonali: “Strada locale, urbana, extraurbana o vicinale, destinata prevalentemente alla percorrenza pedonale e ciclabile e caratterizzata da una sicurezza intrinseca a tutela dell’utenza debole della strada”.

DEFINIZIONI

– COMPLESSITA’ NEL DEFINIRE I PEDONI

 Il pedone normodotato, di riferimento per dimensionare le infrastrutture pedonali, non è significativo e oggi in Italia rappresenta una minoranza tra i pedoni, per diverse ragioni tra cui l’invecchiamento della popolazione. La normativa italiana risulta, pertanto, carente rispetto ad altre normative europee riguardo le infrastrutture pedonali. 

– ATTRAVERSAMENTI E PERCORSI PEDONALI SICURI DEFINIZIONE DI UTENTE DEBOLE DELLA STRADA (Art. 3 del Nuovo Codice della Strada D.Lgs. 30/04/1992,n. 285) 

Pedoni, disabili in carrozzella, ciclisti e tutti coloro i quali meritino una tutela particolare dai pericoli derivanti dalla circolazione sulle strade”.

Pertanto, si rafforza la vittoria ottenuta in consiglio comunale, volendo INCITARE e sostenere l’operato che lei Signor Sindaco deve adottare, per migliorare, progettare e realizzare con i suoi settori comunali competenti, la viabilità  l’ordine pubblico e la messa in sicurezza per gli utenti della strada definiti DEBOLI, di voler dare il proprio supporto umano e morale se necessario, con lo scopo ultimo di far installare i sovrappassi pedonali rialzati nei pressi delle intersezioni, dei luoghi popolati, di scuole e cimiteri, presso le strade in carico al comune di Cerveteri o ancora in carico al soggetto denominato a suo tempo Arsial, realizzando peraltro anche la messa in sicurezza tramite la realizzazione dei marciapiedi per il transito pedonale lungo i cigli viciniori ai centri abitati nelle aree rurali, all’attraversamento dei ponti delle autostrade, alle scuole e ai cimiteri.

COORDINAMENTO LEGA SALVINI PREMIER CERVETERI