CERVETERI AL CAPOLINEA

0
1221

Cittadini dimenticati alla fermata del bus. L’appello dei viaggiatori. 

Per rendere più bella piazza Aldo Moro l’amministrazione comunale ha spostato il capolinea degli autobus Seatour e Cotral a viale Manzoni civico 28/30, privando cittadini e autisti di una comodità, esponendoli forse a qualche rischio. Le criticità: l’intenso traffico e la mancanza di servizi.

Non c’è una pensilina e una panchina per chi attende, neanche la segnaletica adeguata nel nuovo capolinea delle navette Seatour. Solo un foglio di carta A4, affisso su un segnale di divieto di transito (sostenuto dal tufo) informa della novità. E ci vogliono gli occhiali per leggerlo.

Viale Manzoni è una strada dove molti veicoli sfrecciano veloci a tutte le ore del giorno e della notte senza rispetto del codice della strada. Un pericolo più volte segnalato dai residenti su un tratto di strada ad intenso traffico in uscita dal centro. La mancanza di un marciapiede poi, rende pericoloso raggiungere la fermata, soprattutto per gli anziani. L’averla individuata come luogo ideale per il capolinea è giudicata una scelta folle, lontana dalle esigenze dei cittadini che si devono recare in una valle desolata per usufruire del servizio di trasporto pubblico. Non solo, gli autisti che finora tra una corsa e l’altra attendevano in una piazza accogliente con facile accesso a bar e servizi igienici, si trovano ora a sostare sul ciglio di una strada polverosa tra le macchine in transito. Cosa ne pensano? Non sono pochi i cittadini che sono andati a protestare in Comune per una scelta ritenuta incomprensibile, gli stessi che esasperati si lamentano con gli autisti. Essendo i soli presenti diventano infatti bersaglio facile per gli utenti stanchi dopo la lunga camminata, che al primo caldo pesa ancora di più; spaesati per la novità a cui non si vogliono abituare.

“Ma c’è di più, a pochi giorni dal cambiamento accade che a piazza Aldo Moro, dove l’amministrazione comunale ha garantito il mantenimento della fermata, alcuni autisti per questioni di sicurezza sono restii a far scendere o salire i passeggeri nel punto predisposto (in prossimità dell’ex distributore di benzina). Dunque, non resta che affrontare la salita o la discesa per prendere la navetta” racconta un viaggiatore, fattosi portavoce di un centinaio di utenti. “Non si poteva attrezzare il luogo prima di effettuare il cambia? Era difficile offrire un servizio dignitoso agli abitanti di Cerveteri?” continua l’uomo. In effetti l’avviso del 9 giugno 2023 presente sul sito del comune di Cerveteri comunica che da sabato 10 giugno 2023 la. fermata di piazza Aldo Moro sarà soppressa e sarà posizionata una nuova fermata in via mura castellane tra i civici 8 e 18.
“Cerveteri allo sbando” viene da dire sommando al disservizio in oggetto, la mancanza di acqua potabile nella frazione marina e la viabilità in balia degli eventi. “La speranza è che – conclude – constatato il fallimento dell’iniziativa, l’amministrazione comunale faccia un passo indietro”.