Anna Falchi pazza di gioia per la sua Lazio

0
3354

Una vittoria fondamentale che ha fatto esultare tutto il popolo biancoceleste.

Il 3-1 rifilato alla Roma nel derby della Capitale ha regalato una gioia incredibile all’ambiente laziale. Non poteva non gioire anche Anna Falchi, l’attrice finlandese naturalizzata italiana, ma soprattutto tifosa laziale doc. La ragazza di Tampere si coccola la squadra di Simone Inzaghi, proprio lui che da calciatore aveva conquistato lo scudetto nel 2000. Nella festa per il tricolore proprio la Falchi era la madrina e in risposta alla promessa fatta da Sabrina Ferilli di uno spogliarello in caso di scudetto giallorosso (arrivato nel 2001, ndr), si sfilò la camicia per infilarsi la maglia di Mancini tra gli applausi e gli olé dell’intero Olimpico. Oggi è un volto affermato della tv e dello spettacolo, ma continua a seguire sempre la compagine biancoceleste allo stadio ed è attivissima sui social. Anna Falchi si è raccontata in  esclusiva ai nostri microfoni applaudendo Inzaghi e i suoi ragazzi, sperando che in estate non ci sia nessuna rivoluzione e che i big possano restare all’ombra del Colosseo.

Ti abbiamo visto esultare allo stadio, come hai vissuto la settimana precedente e questi giorni dopo questa fantastica vittoria?

“Devo dire che quest’anno grazie al fatto che seguo la Lazio come inviata per QUELLI CHE IL CALCIO ho avuto la possibilità di seguire davvero tante partite ed essere quindi veramente consapevole, dal vivo, di quanto la Lazio di questo campionato e non solo sia veramente forte. Vivo molto bene i giorni precedenti le partite importanti. Non mi aspetto un risultato perché dipende sempre da tanti fattori.Ho timore delle squadre blasonate,ovvio,ma sono sempre molto fiduciosa.E oggi sono molto felice per la mia adorata Lazio che ho sempre sostenuto, anche nei momenti più bui”. 

La Lazio ha vinto, ma non sono mancate le polemiche per i gravi errori dell’arbitro Orsato, in particolare per il rigore concesso alla Roma per la simulazione di Strootman. L’olandese è stato punito con due giornate di squalifica ma il club ha presentato ricorso, cosa ne pensi?

“Penso che in questo caso forse avrebbero dovuto squalificare l’arbitro.Soprattutto perché gli è sfuggito un rigore a nostro favore e l’ha concesso erroneamente alla Roma!!!!!! Avrebbe davvero pregiudicato una partita così importante.Per fortuna la Lazio è riuscita a battere la Roma sul campo, con azioni e gol da manuale e meritatissimi”.

La Lazio ha giocato una partita fantastica con Inzaghi che le ha indovinate tutte. Tu, che sei stata la madrina di quella lazio magica in cui lui giocava in attacco, te lo aspettavi così bravo da allenatore?

“Sinceramente no. Ma a differenza di altri giovani allenatori ha fatto la”gavetta” con la primavera della Lazio dove ha cresciuto giovani leve della nostra squadra e penso abbia molta umiltà essendo comunque molto determinato e concentrato.Studia le tattiche, le strategie quasi sempre perfette. Davvero una bella sorpresa.Applausi a Inzaghi”.
Capitolo a parte meritano Keita e Biglia. visti i loro contratti in scadenza nel 2018, pensi che la Lazio dovrebbe investire ancora su di loro?

“L’ideale sarebbe mantenere tutta la squadra così com’è.Sono preoccupata per le eventuali cessioni di questi nomi e anche quello di De Vrij. Proprio ora che è quasi tutto perfetto e ci si può concentrare su diversi obiettivi  per l’anno prossimo non ci vorrebbero tanti “divorzi”. Mi auguro che si tenti l’impossibile affinché  la squadra resti compatta e invariata”.

Parliamo di te, cosa bolle in pentola a livello lavorativo? E in chiusura non ti chiederò lo spogliarello perché è superato, ma se la Lazio dovesse vincere la Coppa Italia c’è qualcosa che ti senti di promettere ai sostenitori biancocelesti?

Sinceramente non mi sento di promettere nulla in particolare anche per scaramanzia eheheheheh!!! Ma posso promettere che come sempre sarò presente allo stadio così come i veri tifosi dovrebbero essere presenti e sostenere la nostra squadra del cuore. Anche quando, magari, la Lazio ha più bisogno del nostro sostegno. W lo stadio e la tifoseria!!!”” 

tratto da lalaziosiamonoi.it