Al Sasso e Valcanneto nascono le prime due Comunità Energetiche Solidali

0
465

Dopo i numerosi incontri svolti nel territorio a Cerveteri nascono le prime Comunità Energetiche Solidali. In tutto sono due, una nella Frazione del Sasso e una a Valcanneto. Due realtà, due reti di cittadini, che hanno scelto di unirsi per contrastare il costante aumento delle utenze del servizio elettrico e costruire un’alleanza dal basso per la lotta alla povertà energetica.

Si tratta di un passo estremamente importante questo, soprattutto perché in concomitanza con la pubblicazione del bando della Regione Lazio che ha messo a disposizione risorse economiche per coprire le spese legali sostenute per la loro costituzione e per gli studi di fattibilità per la costruzione di nuovi impianti di energia rinnovabile. A dichiararlo è Francesca Appetiti, Assessore alla Sostenibilità Ambientale del Comune di Cerveteri, promotrice insieme a NoiNet e alla preziosa disponibilità dell’Università La Sapienza di Roma di una serie di incontri dedicati alle Comunità Energetiche Solidali tenutisi sia all’interno dell’Aula Consiliare del Granarone che in alcune Frazioni.

“Rispondendo all’appello della Regione Lazio, molto sensibile alla tematica, sin dai primi giorni di Novembre insieme a Noi Net e alla fondamentale collaborazione dell’Università La Sapienza di Roma e del Professor Andrea Micangeli e della sua equipe, abbiamo iniziato a sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza di questa nuova modalità di fare rete e soprattutto di risparmiare sui costi dell’energia elettrica trovando sistemi più sostenibili – ha dichiarato Francesca Appetiti, Assessore alla Sostenibilità Ambientale del Comune di Cerveteri – come Amministrazione comunale chiaramente stiamo lavorando per dare l’esempio su questo tema. Già da alcune settimane nei nostri uffici, abbiamo avviato una politica di risparmio energetico, collocando in smart-working, nella sola giornata del venerdì, tutti quei dipendenti di uffici e servizi che normalmente non hanno il ricevimento al pubblico”.

“Ovviamente come Comune di Cerveteri aderiremo anche noi alle Comunità Energetiche Solidali e con gli uffici stiamo già predisponendo gli atti – conclude la Appetiti – con l’occasione, a seguito dell’ufficializzazione di queste due prime Cer, ringrazio i Signori Maurizio Sangulin, Marco Polverari, Sergio Campi e Luigi Moruzzi e tutto lo staff del Dottor Micangeli, preziosi nel fornire informazioni e nel sensibilizzare la cittadinanza sul tema”.