A Cerveteri la Scuola ancora in alto mare

0
693
scuola

Italia Viva a Cerveteri: “Presto risposte ai genitori”

Di Toni Moretti

Italia Viva fa suo il problema e supporta le mamme che non conoscono ancora il destino dei loro figli tra il sindaco che dice: “con queste linee guida io non apro” e un vice sindaco, assessore competente latitante.

Si è tenuta uninteressante riunione ieri sera nel neonato circolo di Italia Viva a Cerveteri dove il coordinatore Maurizio Falconi accompagnato da alcuni dirigenti tra i quali Vittoria Marini, Quinta Donnini, Luciano Luzzi, Amedeo Leonetti e Gabriele Rinaldi, hanno incontrato Rita Narducci, vice presidente del comitato dei genitori dell’istituto Giovanni Cena col presidente Katia Blasi e Sonia Agostini vice presidente consiglio di istituto della stessa scuola.

Già dalle prime battute, da quanto riferito dalle mamme presenti, è emersa la gravità e per certi versi la drammaticità del problema che traspariva dall’ansia delle mamme che raccontavano che alla data di ieri, 27 luglio, ancora non si avevano indicazioni precise sul destino che in questo paese avrà la scuola. Non risultava fosse stato fatto quanto necessario per riaprire secondo i nuovi standard post covid contenuti nelle linee guida ministeriali. Proprio facendo riferimento a queste ultime, una mamma ha riferito che il sindaco Pascucci in un incontro avrebbe detto che essendo quelle linee guida non accompagnate da risorse economiche, lui non avrebbe aperto le scuole. C’è da sperare che sia una “boutade” come egli ci ha abituato in questi lunghi anni di sregolata amministrazione che ha portato a rendere evidente il suo disinteresse alle sorti della città tanto da costringere Lamberto Ramazzotti a lanciare un appello accorato alla sua maggioranza, perlomeno ad alcuni membri che conosce e stima, affinchè abbiano una impennata di orgoglio e smettano di alzare la mano come tanti soldatini. Dal canto suo Maurizio Falconi ha fatto suo il problema e ha detto che come forza politica si adopererà per avere al più presto delle risposte che soddisfino i genitori preoccupati.