“Sull’igiene urbana i consiglieri Palermo e Trani hanno idee confuse e memoria corta”

0
721
Augello

 “La primavera è finalmente arrivata. Ne è la testimonianza il risveglio dei consiglieri comunali Eugenio Trani e Concetta Palermo. In questi giorni i due eletti del gruppo Ladispoli Città, ancora intorpiditi dal lungo letargo, hanno diffuso alla stampa un confuso comunicato sul tema dell’igiene urbana, sollevando delle eccezioni sull’operato dell’amministrazione comunale in relazione alle scelte sulla nuova gara per la gestione del servizio”.

Con queste parole il consigliere Carmelo Augello, delegato al servizio di igiene urbana, ha replicato alle affermazioni degli esponenti dell’opposizione che avevano sollevato forti perplessità sulla gestione del futuro appalto della raccolta differenziata a Ladispoli.

“L’intento dei due consiglieri – prosegue Augello –  è, ovviamente, solo quello di screditare l’operato dell’amministrazione comunale, con argomentazioni a dir poco risibili, sparlando di “sperpero di risorse della collettività” e contestando la scelta di affidare ad una società esterna la progettazione del nuovo appalto. Vale la pena ricordare ai due consiglieri che anche la precedente amministrazione, dove erano presenti, aveva preso questa decisione, avvalendosi di tecnici esterni per la redazione del bando che ha portato all’affidamento dell’attuale servizio di igiene urbana, ma allora nessuno dei due si lamentò di nulla. Per quanto riguarda il paventato spreco di risorse vogliamo tranquillizzare i due consiglieri, non c’è nessun sperpero di denaro pubblico. Le risorse utilizzate per la redazione del nuovo bando non provengono dalle casse comunali bensì da un finanziamento regionale che il nostro comune si è aggiudicato grazie all’ottimo lavoro dell’attuale Responsabile del servizio di Igiene Urbana, l’Ing. Pravato, che ringraziamo nuovamente per il lavoro svolto in questi mesi con un ufficio sotto organico e per aver contribuito in maniera determinante a far pervenire al nostro comune altri fondi regionali per incrementare il compostaggio domestico. In totale il nostro Comune si è aggiudicato 600.000 euro di finanziamenti per migliorare la gestione del settore dei rifiuti. Il nuovo bando di gara, lo ricordiamo, prevederà sensibili cambiamenti. Tra questi il più importante sarà sicuramente rappresentato dal fatto che gli introiti derivanti dalla vendita delle frazioni valorizzabili (carta, plastica, vetro, metalli) saranno finalmente a beneficio dei cittadini e potranno essere utilizzati per abbattere la TARI. Fino al nuovo bando, grazie a Trani e alla sua ex maggioranza, quei denari saranno invece a beneficio della ditta privata affidataria dell’appalto. Altre importanti novità saranno l’introduzione della tariffa puntuale, un sistema per premiare i cittadini più virtuosi; il potenziamento di alcuni servizi come lo spazzamento a terra e la pulizia meccanizzata delle strade ed infine l’ottimizzazione della raccolta differenziata, con un diverso calendario di raccolta per utenze domestiche e utenze non domestiche per non costringere le attività commerciali a sborsare cifre aggiuntive per un servizio di ritiro dei rifiuti supplementare.

Tutto questo – conclude Augello – è stato definito dai consiglieri del gruppo Ladispoli Città “un atto fuori luogo, incomprensibile, figlio di una modalità di amministrare che, dietro agli annunci, sembra nascondere soltanto il nulla, insieme ad un bel po’ di polvere e confusione. A noi sembra che se c’è qualcuno in confusione quelli siano i consiglieri Trani e Palermo, che hanno perso un’altra occasione per tacere e fare più bella figura. A questo modo di fare politica, senza idee né contenuti, rispondiamo con quello che i cittadini si aspettano da noi, ossia con fatti concreti”.