Pier Paolo Pasolini / Anna Magnani: “un duo non catalogabile”

0
1315

EVENTO SPECIALE A 100 ANNI DALLA NASCITA DEL GRANDE POETA-CINEASTA

La Rassegna cinematografica  promossa e organizzata col Patrocinio del comune di Cerveteri Assessorato alla Cultura , è diretta dal Docente di Storia del cinema Michele Castiello che è il curatore e anche il Direttore artistico.

Da Comizi d’amore(1964) a Edipo re( 1967)  a Medea(1968), al  Trittico della vita( o dell’Eros),  Il Decameron (1970), I racconti di Canterbury (1972), Il fiore delle Mille e una notte( 1974)   

Documentari – Interviste – Corti(*) 

Sabato 5 marzo alla Sala Ruspoli il Prof. Michele Castiello, Docente di Storia del Cinema (UPTER- ROMA) presenta uno dei geni indiscussi del cinema italiano del Novecento

 Un racconto appassionato, ricco di aneddoti, curiosità e conoscenze (anche personali) è quello che sabato 5 marzo alle ore 16:30 nei locali di Sala Ruspoli a Cerveteri condurrà lo storico del cinema Michele Castiello, in occasione del centenario dalla nascita di Pier Paolo Pasolini. L’evento, ad ingresso gratuito, sarà anche occasione per presentare ufficialmente la seconda parte ( la prima  venne realizzata nel 2018) della rassegna cinematografica che verrà dedicherà sia a P. P. Pasolini che ad Anna Magnani, icona straordinaria del cinema italiano tra le poche attrici- sicuramente la prima italiana- a essere celebrata come mito, talento unico, e grande personalità artistica in tutto il mondo. Sono sufficienti due titoli: “Roma città aperta”e Bellissima

Interverranno: la Giornalista Dott.ssa Simona Zecchi  autrice de: Pasolini: massacro di un poeta  e  di recente L’inchiesta spezzata di P. P .Pasolini e la Dott.ssa Rosella Lisoni del DIBAF- Unitus dell’Università della Tuscia.

Altri ospiti, registi, attori e scrittori , parteciperanno alla rassegna che terminerà alla fine del mese di maggio. Ci sarà anche un omaggio (a tre anni dalla morte) a Bernardo Bertolucci grande regista scomparso tre anni or sono, si proietterà “Strategia del ragno”(1970) il  primo capolavoro tratto da un romanzo J. L. Borges. E’ un piccolo contributo- ha detto Michele Castiello-  ad un regista importante del cinema italiano che fu amico carissimo di P.P Pasolini  e lo  aiutò a realizzare il suo primo film Accattone(1960).

Proprio sabato si ricorderà uno dei personaggi più significativi e importanti, ricchi di storia, Pier Paolo Pasolini, che  in questa data avrebbe compiuto 100 anni . il Prof. Michele Castiello già in diverse occasioni ha proposto e realizzato con successo interessanti ed importanti rassegne dedicate al grande cinema del nostro tempo e, soprattutto, al cinema italiano, attirando l’interesse di un pubblico sempre più numeroso, desideroso di conoscere e approfondire la storia di personaggi che fanno parte della cultura italiana e mondiale”.

La Rassegna cinematografica continuerà al Palazzo del Granarone.

.,….. “Poeta, scrittore, polemista, drammaturgo, sceneggiatore e regista, Pier Paolo Pasolini è una figura  molto atipica d’intellettuale nel panorama culturale italiano del secondo Novecento.

Una vita vissuta sempre controcorrente e in opposizione alla società moralista piccolo borghese italiana del boom economico degli anni ‘50 e ‘60, all’interno di un periodo storico di forti contrapposizioni culturali, dove la presenza delle ideologie convive con scontri di classe sociali e la Guerra Fredda tra il blocco delle nazioni comuniste e l’Occidente. Pasolini  è  attento ai temi dello sviluppo, del lavoro e del sociale, e ai diversi cambiamenti che la società  italiana nel corso del dopoguerra ha fatto, rivelando anche qui  una capacità critica  e una lungimiranza che non ha pari.

Lo scandalo e la provocazione sono stati lo strumento perfetto per veicolare la rabbia contro l’establishment  del neo-capitalismo e la società consumistica…..” Così il Prof. Castiello inizia la presentazione…..                   

Si tratterà – come si diceva – di un doppio omaggio, sia a P. P .Pasolini, che ad una delle più grandi attrici italiane del Novecento, Anna Magnani,  spesso conosciuta con il soprannome “Nannarella” e che, insieme ad Alberto Sordi , Aldo Fabrizi e Gigi Proietti, è  stata una delle figure preminenti della romanità cinematografica del XX secolo.

Ricco e prestigioso il palmares di entrambi.

P. P. Pasolini, si è aggiudicato due Festival di Cannes, tre Nastri d’Argento, un Orso d’oro e un Orso d’argento al Festival Internazionale del Cinema di Berlino, Leone d’Argento  per “Il Vangelo secondo Matteo” alla Mostra cinematografica di Venezia 1964 , più sei nomination.

Anna Magnani invece, un Oscar alla miglior attrice protagonista, la prima attrice non di lingua inglese a ricevere il premio, due David di Donatello, cinque Nastri d’argento, un Globo d’oro, un Golden Globe, un BAFTA, due National Board of Review, un New York Film Critics Circle Award, una Coppa Volpi a Venezia e un Orso d’argento a Berlino.

(*) Ci sarà anche la famosa intervista che Pasolini fece al grande poeta americano Ezra Pound recandosi a trovarlo nella sua casa nei pressi di Pisa.