Ostia, locali Ater tolti alla criminalità

0
548

Tirrito: “La mafia è così, sfrutta ogni risorsa per se stessa. Non bisogna farsi ingannare”

“Il blitz di oggi ad Ostia, che ha restituito i locali  Ater (negozi e cantine) all’ente proprietario, per poi restituirli definitivamente agli aventi diritto, è un’operazione di polizia che ha un significato che va oltre il semplice controllo del territorio”. A parlare è Maricetta Tirrito, portavoce del Co.G.I., il Comitato dei collaboratori di Giustizia.

“Non solo è la riaffermazione del principio di legalità su una parte del territorio, Ostia Nuova, storicamente in mano a famiglie criminali, ma svela anche come il paradigma della mafia accanto alla gente, come anti-Stato, sia fuorviante.

Già, perché l’utilizzo delle cantine, ad esempio, tolte alla disponibilità degli aventi diritto, è stato un vero e proprio scippo ai danni di famiglie povere. Chi ha un alloggio popolare non naviga certo nell’oro, ma magari avendo famiglie numerose utilizza la cantina per liberare spazio in casa. Cosa che ovviamente non possono fare, non avendo la disponibilità del bene perché a servizio della criminalità che li utilizza come bunker per nascondere armi o droga.

Discorso leggermente diverso per i negozi. Vengono dati ad associazioni o piccoli commercianti senza chiedere nulla in cambio. Un atteggiamento fintamente buono, perché in realtà è un cappio al collo. Finché non serve, sembra un’occasione buona per fare il proprio lavoretto senza dover pagare nessuno, ma quando la criminalità chiama non è possibile rispondere di no. E non sai mai cosa ti verrà chiesto…

Senza considerare che tutto quello di cui stiamo parlando è fuori dalla legge , va sottolineato come sia la testimonianza che la criminalità vede solo i propri interessi, ed è sbagliato pensare che abbia una qualche attenzione a chi è in difficoltà. Bene dunque in ripristino della legalità, che permette anche di togliere il velo su certi atteggiamenti dei mafiosi”.