MUNICIPALE, SEDE INAGIBILE: PRESTO UNA NUOVA CASERMA

0
207
Polizia locale
Polizia Municipale

L’ASSESSORE AL PERSONALE GNAZI: «CI STIAMO LAVORANDO, ENTRO APRILE SI PRENDERÀ UNA DECISIONE»

AAA cercasi nuova sede della Municipale. Comune che sta vagliando quale possa essere il prossimo edificio in grado di accogliere gli agenti di Polizia locale attualmente collocati in una palazzina di Cerveteri non idonea per questo tipo di attività, come denunciato anche nelle scorse settimane dal Csa Regioni Autonomie Locali. Il sindacato, come già detto in una precedente edizione dell’Ortica del Venerdì, ha presentato un esposto al dipartimento di Prevenzione dell’Asl di Civitavecchia e anche allo Spresal di Bracciano sostenendo che i lavoratori non agiscano in sicurezza. Parallelamente la Giunta etrusca, per non farsi trovare impreparata, è corsa ai ripari aprendo ai privati. «L’immobile adibito a comando della Polizia locale – è quanto riportato nella delibera firmata anche dal sindaco, Elena Gubetti – non è più rispondente alle mutate esigenze organizzative dell’ente, e ora c’è la necessità di individuare, attraverso un’indagine esplorativa, un edificio che abbia una metratura compresa tra i 500 e i 600 metri quadri, situato in una posizione ben servita da mezzi pubblici, anche su più livelli accessibile alle persone con disabilità, dotato di spazi per l’accoglienza e di ambienti in grado di rispondere ad esigenza di riservatezza».

L’eventuale struttura, che il comune cerveterano vorrebbe poi riscattare con l’acquisto non pagando più 17mila euro l’anno come in via Friuli, dovrebbe anche ospitare gli uffici per i servizi sociali e scolastici e anche quello relativo ai messi comunali. E un passo in avanti ci sarebbe anche stato. «Ci stiamo lavorando – ammette Alessandro Gnazi, assessore al Personale – l’amministrazione comunale ha promesso di intervenire in questa situazione e ci sono state formalizzate già delle proposte arrivate dai privati per ospitare i nostri agenti».

Poi una battuta anche sull’esposto dei sindacati. «L’ispezione dell’Asl è avvenuta – ammette – e sono state formulate alcune prescrizioni. Intanto a breve ci saranno novità per la futura sede. È chiaro che la volontà è di trovare una soluzione al problema, credo che già entro aprile verrà valutata la proposta migliore, al momento ce ne sono quattro o cinque».

Più di 20 agenti operano in uffici e locali accatastati come abitazioni e con un normale garage utilizzato per parcheggiare i mezzi della Polizia municipale. C’è un altro aspetto non di poco conto: i disabili non possono accedere alla caserma di Cerveteri per via delle scale considerato che nella palazzina non c’è l’ascensore. Il comune etrusco non è riuscito ancora a trovare un’alternativa dopo il progetto sfumato improvvisamente nell’edificio della cantina sociale in via Fontana Morella.

A proposito, sono iniziati i lavori per la realizzazione della farmacia comunale che sarà utile soprattutto per i residenti di Cerenova e Campo di Mare. Tornando agli agenti, c’è da capire quali contromisure prenderà la macchina amministrativa per il personale perennemente in sottorganico in vista della prossima stagione estiva.