Mai più rotture di timpani a Ladispoli

0
358

Notizia attesa da tempo da tutti coloro che lamentano il fatto di sentirsi rompere i timpani dalla musica a tutto volume dei locali durante la stagione estiva a Ladispoli. Il comune ha infatti emesso una specifica ordinanza che disciplina gli eventi musicali nei bar, nei locali ed in tutte le attività del centro e del lungomare. Il documento, firmato dal sindaco Grando, è già operativo e prevede pesanti sanzioni per i trasgressori. Nel dettaglio, le attività commerciali potranno organizzare eventi musicali dalla domenica al giovedì fino e non oltre la mezzanotte. Il venerdì, sabato e nei giorni prefestivi l’ordinanza si estenderà fino all’una. Poi silenzio assoluto per tutelare il sonno di tutti coloro che il giorno dopo debbono andare al lavoro e comunque non vogliono essere disturbati da decibel esagerati. E’ un problema antico quello del chiasso assordante proveniente dai locali in estate a Ladispoli, per anni i residenti hanno tempestato nelle ore notturne i centralini delle forze dell’ordine per chiedere aiuto, pesanti responsabilità pesavano sulla passata amministrazione che non ha mai avuto il coraggio di affrontare in modo drastico la delicata faccenda. Forse per paura di perdere consensi elettorali dalla potente casta dei commercianti della città. Alla luce di quanto accaduto nelle urne, un atteggiamento pilatesco che non ha portato risultati positivi nella tornata elettorale dello scorso anno. Il segnale che ora arriva da piazza Falcone è molto chiaro, Ladispoli è una città turistica che vuole però tutelare il diritto al riposo dei residenti, nessun abuso sarà più tollerato. Un’ordinanza che, dopo quella che pone seri limiti alla vendita di alcool, conferma che la musica sta cambiando, i cittadini auspicano che finalmente la jungla sia finita.