Finiscono in manette in 4, presero a martellate e bastonate due connazionali

0
221
manette

La polizia di stato, proprio questa mattina, ha eseguito quattro ordini di arresto, emessi dal gip del Tribunale di Civitavecchia, per il reato di tentato omicidio in concorso.

In manette gli autori del cruento pestaggio avvenuto a Ladispoli ai danni di due persone durante una festa in famiglia.

I fatti risalgono alla serata del 10 settembre: a Ladispoli, tre fratelli di 31, 33, 28 anni dell’Est europa, con l’aiuto del padre 52enne, hanno dato vita ad una vera e propria spedizione punitiva, nei confronti di due persone di 43 e 32 anni che, nelle vicinanze di un parco giochi, stavano festeggiando il compleanno della figlia di un loro conoscente. I quattro, si erano scagliati contro le due persone, colpendole in testa e al volto con dei bastoni di legno, bottiglie di vetro e un martello. A seguito dell’aggressione, uno dei feriti era stato ricoverato al Policlinico Gemelli in pericolo di vita, con un grave trauma cranico, a causa del quale per diversi giorni è stato in coma, mentre la seconda persona ha riportato diverse fratture e veniva sottoposta a delicato intervento chirurgico, una terza persona di 37 anni era rimasta ferita nel tentativo di dividere i due gruppi.

I 4 aggressori finiscono in manette

Sul posto subito la pattuglia del commissariato di Ladispoli, oltre al 118, che con personale della squadra di polizia giudiziaria e della polizia scientifica aveva iniziato gli accertamenti del caso. Durante la complessa attività investigativa sono stati effettuati numerosi accertamenti che hanno portato – in tempi brevi – all’identificazione di soggetti autori del gesto.