La comica gestione degli accrediti stampa del concerto di Jovanotti a Campo di Mare

0
1441

Questa che vi raccontiamo è una storia strana. Che si presta a varie interpretazioni che vanno dalla maldestra incapacità di gestire un evento, passando per la superficialità, fino ad arrivare alla logica degli amici degli amici. A voi amici lettori formularvi un parere dopo la lettura di questo articolo. E’ una storia che coinvolge vari giornalisti del territorio che, al momento che stiamo mettendo on line questo articolo, ancora non sanno se avranno l’accesso al concerto di Jovanotti attraverso gli accrediti stampa. E non sanno nemmeno se la risposta deve arrivare dal comune di Cerveteri o dallo staff del Jova Tour.  Ad altri, come nel caso del nostro giornale e di alcune testate, è già arrivato il no dagli organizzatori ufficialmente per carenza di posti destinati ai giornalisti. Ma questo sarebbe il minimo, del resto gli organizzatori hanno il diritto di far entrare i mass media che preferiscono, ovvio che davanti a tante richieste esista una gerarchia che privilegia giornali nazionali e televisioni importanti come Rai, Mediaset e Sky. Quello che non torna in questa faccenda è il comportamento dei responsabili delle comunicazione del comune di Cerveteri che, L’Ortica è testimone diretta, hanno detto tutto ed il contrario di tutto, facendo solo una confusione immensa che è andata a scapito di alcune testate locali che seguono tutto l’anno le vicende di piazza Risorgimento e forse avrebbero meritato maggiore considerazione. Sia chiaro, nessun privilegio, ma rispetto, visto che L’Ortica e tanti altri colleghi che lavorano sul territorio sono gli unici che danno voce dodici mesi l’anno alle note stampa che arrivano dal comune di Cerveteri. Che, davanti ad un evento di portata ampia come il Jova Tour, ha dato la brutta impressione di infischiarsene di buona parte della stampa locale. Scriviamo queste amare considerazioni perchè quello che è accaduto negli ultimi dieci giorni è veramente comico. Ai nostri giornalisti e ad altri colleghi è stato detto prima di mandare le richieste di accredito stampa all’ufficio di segreteria del sindaco e così alcuni hanno fatto. Poi, cambiamento di rotta, ci viene detto di mandarlo agli organizzatori del concerto. E così L’Ortica ha fatto inviando le richieste alla Goigest. Poi siamo venuti a sapere che si potevano mandare anche al comune di Cerveteri che avrebbe provveduto a girarli agli organizzatori. E sono tutte cose tracciabili su alcune chat.  Insomma una confusione totale da parte di chi dovrebbe gestire la comunicazione comunale in un evento di grande portata. In questo scenario vi risparmiamo anche il tono di alcune telefonate con personaggi che ci dicevano frasi come “Fate quelle copertine contro Jovanotti e poi chiedete gli accrediti?” ed altre sulle quali stendiamo un velo pietoso. Non sappiamo sinceramente il ruolo del sindaco Pascucci in questo pasticcio, probabilmente si è fidato dei suoi uomini che non hanno veramente brillato per correttezza nei confronti di alcune testate come la nostra. Sia chiaro, se L’Ortica vuole mandare i suoi giornalisti al Jova Tour, l’editore ne acquista a raffica di biglietti. Qui il problema di fondo è il rispetto per la stampa locale, compresa L’Ortica, che non si è allineata ai cori di osanna del concerto di Jovanotti è ha lanciato l’allarme per le sorti della palude di torre Flavia. E’ un diritto della stampa esprimere il proprio parere, anche a Cerveteri. Noi accusiamo il comune di Cerveteri ed il suo ufficio comunicazione di non aver tutelato tutta la stampa locale, di non aver detto agli organizzatori che, se c’era da operare una selezione, andavano prima anteposti i mass media locali tutti che svolgono un servizio 365 giorni all’anno di informazione su Cerveteri e non sono un concerto mordi e fuggi. Questo in gran parte non è stato fatto, resta l’amarezza per un comportamento poco simpatico nei confronti nostri e di tanti colleghi. Abbiamo anche chiesto, così per curiosità, all’ufficio comunicazione di Cerveteri l’elenco delle testate ammesse all’evento, ci è stato risposto “Fatevelo dare dallo staff di Jovanotti”.

Oddio, forse nemmeno ci serve l’elenco, con un pò di fantasia non sarebbe difficile compilarlo.

C’è altro da aggiungere?