Elezioni, il caldo autunno che ci aspetta

0
407

L’Italia al voto il 25 settembre 2022. Conte contro il Pd:”Ora basta giochi di Palazzo”. Alleanza spezzata, si raccolgono voti a suon di promesse. 

“Zero clandestini nel nostro Paese, zero!”  – l’agenda di Salvini punta al Decreto Sicurezza. Tra il Pd che vuole la Legge Fornero e la Lega che la vuole azzerare, il 25 settembre si vota per molto altro. Sempre che gli italiani vadano a votare, il voto è gratis in quanto inutile  – un’opinione che dilaga, con l’hashtag #iononvoto parte del popolo comprende che, se il voto cambiasse le sorti – sarebbe un diritto cancellato da tempo. Come sono stati calpestati gli altri diritti nell’ultimo anno e la speranza di un ritorno allo stato di diritto in Italia è svanita da tempo.

Tornando alle dichiarazioni politiche:  «Chi ha fatto cadere Draghi non può essere alleato del Pd» è l’opinione di Lorenzo Guerini sulle dimissioni del presidente del Consiglio. Il ministro della Difesa è stato intervistato dal giornalista del Tg1 Mario De Pizzo. Guerini si è detto amareggiato per il comportamento riservato al premier: «Per il patrimonio di credibilità che Draghi ha assicurato a questo Paese non meritava di essere trattato così». Per poi concludere: « I protagonisti di questa scelta (la caduta del governo ndr) hanno nomi e cognomi precisi e non possono essere interlocutori del Pd. Punto». Il centrodestra viaggia solo mentre si attendono le strategie avversarie: difficile un’alleanza con il M5s –  secondo Letta – ma non impossibile. Ottimista Conte, secondo il quale :”ora tocca ai dem decidere da che parte stare”. Antonio Tajani: “Ci attendono mesi difficili e stiamo lavorando per dare al Paese un governo stabile…se verrà fatto il mio nome sarei a disposizione come ho sempre fatto. vedremo”.