Cerveteri, il “visitor center” non lo vuole nessuno?

0
1088
visitor center

La Direzione Museale affida al Comune la gestione del centro informativo del sito UNESCO ma è un fiasco totale.  

Oramai è scaduto ma vale la pena parlare dell’opportunità mancata nella città della Cultura. Riferendoci all’avviso pubblico per l’affidamento dell’edificio cd “visitor center” del sito UNESCO in Cerveteri, piazzale Moretti per la realizzazione di attività di promozione del territorio associate a vendita e/o degustazione di prodotti tipici. Comunicazione presente sul sito istituzionale del comune di Cerveteri a cui una sola azienda ha riposto. La proposta è stata valutata inopportuna e respinta. 

visitor center
Inaugurazione visitor center – 2015

La storia. Dal 12 febbraio 2021 lo stabile giallo di piazzale Moretti, bene di proprietà demaniale adibito a centro di accoglienza della Necropoli della Banditaccia, è ufficialmente nelle mani del Comune di Cerveteri che, con tutti gli oneri connessi gestirà la proprietà gratuitamente per i prossimi 10 anni. Locale, ricordiamo destinato alla vendita e/o promozione dei prodotti tipici locali, grande risorsa del territorio a cui puntare per il rilancio del turismo. Attività destinata ad essere gestita da un terzo attore. Per l’affidamento è stato pubblicato un avviso sul sito web istituzionale alle apposite sezioni dell’albo pretorio e concorsi avvisi dal giorno 27/05/2021. Suddetto avviso è scaduto.  Solo una proposta è giunta da parte di Etruria Tour s.r.l, valutata e scartata. Nel bando era prevista da parte del comune, la possibilità di non assegnare l’immobile. Così è stato. 

Come mai a nessuno interessa il visitor center? 

Possibile che nessun altro volesse partecipare? É plausibile pensare che i criteri adottati dal dirigente Marco De Stefano fossero troppo stringenti ma anche ricordare come nel 2015, anno di inaugurazione del visitor center, i servizi igienici pubblici fossero sempre chiusi per problemi inerenti agli scarichi, criticità più volte segnalata da turisti e addetti al point, caduta nel nulla. Al nuovo gestore dunque spetterebbe l’onere di rimetterli a posto, opere straordinarie a carico di un terzo quando invece ci dovrebbe ancora essere la garanzia dell’esecuzione dei lavori svolti sotto il controllo della dirigenza all’urbanistica. Sarà che forse tutti gli altri possibili concorrenti abbiano valutato come non conveniente il bando?  

Banditaccia

Ricordiamo la finalità.Dare impulso alle tradizioni eno-gastronomiche locali per valorizzare le potenzialità dei prodotti tipici ed un rilancio dell’attività artigianale e a tutto ciò che a livello produttivo rappresenta un valore aggiunto all’ecosostenibilità ed alla valorizzazione dei prodotti originali del territorio di Cerveteri, nel sito più importante e rappresentativo per la cittadinanza e per il turismo di transito e non“. 

Banditaccia

Si ipotizza che verrà presto pubblicato un nuovo bando pubblico per assegnare il visitor center, luogo ambito ma impegnativo. A carico del Comune infatti, la manutenzione dello stabile e dell’area verde circostante, le spese fisse relative ai consumi energetici, idrici, telefonici, alla pulizia dei locali e dei servizi igienici, la sicurezza del bene e delle persone che lo abiteranno, la responsabilità dell’uso idoneo all’assegnazione e tanto altro ancora si legge nel contratto stipulato tra la Direzione Regionale Musei Lazio e Alessio Pascucci.
Insomma il Comune punta tutto sulla promozione di un territorio che non risponde, oppure ha fatto flop sottovalutando un water?