Bracciano Verso le urne: tre i candidati sicuri

0
203
Comune di Bracciano

In vista delle comunali di ottobre politica braccianese in fermento

Alberto Bergodi, Marco Crocicchi, Armando Tondinelli. Sono tre ad oggi, in ordine alfabetico, i candidati sindaco che hanno già annunciato di correre per le elezioni comunali in programma ad ottobre prossimo. Ma la corsa non si annuncia facile. Molte infatti le ipotesi in campo con vari altri candidati a sindaco mentre Claudio Gentili di Per un’altra Bracciano che nella scorsa tornata elettorale andò al ballottaggio con Tondinelli conferma che non si ricandiderà. Tra i possibili candidati a sindaco ci potrebbe essere un generale alla guida di una coalizione vicina al centro destra. In campo dovrebbe scendere anche il generale Donato Mauro che ha concorso già ne 2016 a sindaco con varie liste civiche. Pieno fermento si registra anche nel Movimento Cinque Stelle rappresentato in Consiglio comunale dai consiglieri Alessandro Persiano e Marco Tellaroli. I grillini potrebbero puntare, secondo rumors, su una personalità nuova alla politica braccianese. Con loro si dimostra schierato anche il consigliere comunale di opposizione uscente Pasquale Vitale che oggi a Bracciano rappresenta il nuovo movimento politico Azione di Carlo Calenda. Non dovrebbe mancare dalla tenzone elettorale anche un rappresentante dei camici bianchi, che tanta fortuna hanno sempre avuto a Bracciano. La piazza parla di un noto ex medico dell’ospedale di Bracciano. Resta l’incognita per Luca Testini, attuale vicesindaco di Bracciano, che secondo indiscrezioni avrebbe avuto dei dissapori con l’attuale sindaco Tondinelli proprio riguardo la eventuale candidatura alla carica di primo cittadino. Bergodi con la lista Un passo avanti per Bracciano ha sottolineato “siamo un grande contenitore di idee e progetti, tenuti insieme, non dall’appartenenza ad un colore politico o ad un simbolo specifico, ma semplicemente dalla voglia di fare, di mettersi a disposizione della nostra comunità”. Crocicchi con il motto “il Coraggio di cambiare” guida una coalizione composta da Una Costituente per Bracciano e Bracciano Ora cambia. “Diversi traguardi li abbiamo raggiunti – ha avuto modo di dire il sindaco uscente Tondinelli –  ma tanti ancora ci aspettano perché Bracciano continui a volare alto”. Lo slittamento delle elezioni si è rilevato provvidenziale per la giunta uscente che non è più quella del 2016. Molte le defenestrazioni – tra cui quella dell’ex vicesindaco Gianfranco Rinaldi, Elena Felluca – e le dimissioni tra le quali quelle di Remigio Marini. Tra gli ex assessori transitati a Bracciano anche Alessandro Bonura, Sergio Osimo e Giovanni Bentivoglio.