Atmosfere nel Palazzo e nei Giardini: nel calare il sipario si guarda alla prossima edizione

0
953

Per la direzione artistica di Amarilli Nizza si è conclusa ad Anguillara con successo la stagione che ha unito musica e luoghi storici

Calato il sipario sulla straordinaria stagione musicale “Atmosfere nel Palazzo e nei Giardini” che si è tenuta ad Anguillara dal 22 aprile al 10 giugno. Un evento, nato su idea del compianto Federico Buonarroti, che ha proposto in 12 concerti ad ingresso libero un vasto repertorio musicale che è passato dalla lirica alla musica elettronica, dalle sonorità klezmer alla musica di tango argentino, impegnando numerosi artisti tutti di grande livello. Soddisfazione è stata espressa dal direttore artistico Amarilli Nizza, che molto si è spesa per la riuscita della manifestazione. “Possiamo tracciare un bilancio davvero positivo per la prima edizione del festival”, sottolinea Nizza. 

“Abbiamo proposto – aggiunge – un viaggio musicale che parte dal barocco per arrivare all’elettronica, che ha saputo coniugare melodie eterne al “genius loci “ dei magnifici spazi storici messi a disposizione dal Comune di Anguillara Sabazia: il palazzo baronale Orsini e i giardini del Torrione. Il tramonto a picco sul lago, la vista incantevole che è divenuta una scenografia naturale, il livello degli artisti, l’amore del pubblico che ha seguito tutte le manifestazioni con grande entusiasmo  – commenta – tutto ha contribuito al successo di questa manifestazione. Si è creata una grande sinergia tra gli artisti e il pubblico e i concerti spesso si sono trasformati in lezioni musicali per gli spettatori che hanno potuto far domande e ricevere spiegazioni dai maestri. È stato davvero importante iniziare questo percorso con il Comune di Anguillara perché la musica senza gli spazi storici non avrebbe trovato la giusta collocazione.  Il reciproco scambio artistico, tra lo spazio e la musica, si è dimostrato una carta vincente. Ogni weekend è diventato una garanzia di qualità e la sala baronale e i giardini si sono trasformati come per magia nel salotto buono del nostro amato borgo. Federico Buonarroti sarebbe stato tanto felice di tutto questo e noi tutti siamo in dovere di proseguire il cammino da lui tracciato. Ringrazio di cuore – conclude Amarilli Nizza – il sindaco Angelo Pizzigallo e il vicesindaco Paola Fiorucci  per la sensibilità dimostrata nell’accogliere la nostra proposta artistica e l’intero staff senza il quale tutto questo non sarebbe stato possibile: Massimo Bianchini, Luciano Arfè, Anna Rosa Sprocati, Massimo Straccini, con il supporto di Massimiliano Tisano”.

Hanno preso parte alla manifestazione gli artisti: Amarilli Nizza, Umberto Turchi, Agazio Tedesco, Stefano Osbat, Barbara Scarselli, The Cinema Show Quartet (Luca Rizzo,Paolo Bernardi,Flavia Ostini, Riccardo Colasante), Mark Hamlyn, Billi Brass Quintet (Gabriele Paggi, Davide Bartoni, Gabriele Ricci, Flavio Pannacci, Simone Lanzi), CuarteTango (Raúl Dousset, Luis Gabriel Chami, Giuliano Bisceglia, Gianfranco Benigni), Massimiliano Tisano, Massimo Bartoletti, Valerio Moscatelli, Fidelia Electronic (Giacomo Buonarroti e Fabrizio Puccini, Amedeo Marini).

La manifestazione “Atmosfere nel Palazzo e nei Giardini” – 22 aprile – 10 giugno – è organizzata e cofinanziata dalla Città di Anguillara Sabazia e Pro Loco Anguillara. Si avvale del contributo della Regione Lazio ai sensi dell’Avviso pubblico per il sostegno a progetti di valorizzazione del patrimonio culturale attraverso lo spettacolo dal vivo nella Regione Lazio – enti locali di cui all’art. 2 del D. Lgs. 18 agosto 2000 n. 267 – enti di gestione delle aree naturali protette – enti pubblici regionali che operino per favorire la valorizzazione del patrimonio storico-artistico della Regione – organi ed istituti del Ministero della Cultura competenti in materia.