AMORE SOCIAL: BADOO, TINDER E MEETIC LE APP PIÚ USATE

0
149
incontri- amore
Amore social: Meetic, Badoo, OkCupido

Incontrarsi con un clic: chi sono, cosa cercano e cosa trovano gli utenti di App e siti di incontri.

Facili da usare, le piattaforme di incontri impazzano e creano dipendenza. Un italiano su cinque ha usato un’App nella propria vita. Parliamo di Badoo, Tinder, Meetic e OkCupid, tra i siti più noti. Ma aiutano davvero a realizzare i propri desideri? Secondo un’inchiesta svolta da Altroconsumo su un campione di 9000 utenti  in tutta Italia e di età compresa tra  18 e 69 anni, il 46% di chi le usa  rimane deluso. Un dato utile per chi sta valutando di iscriversi.

Utilizzarle è facile: basta scaricare l’App sullo smartphone, creare un profilo e partire con la ricerca del partner. Come un gioco, può creare dipendenza, il 42% degli iscritti infatti le usa 5 giorni la settimana almeno un’ora al giorno. L’utente tipo ha tra i 25 e i 45 anni, vive in grandi aree urbane ed ha un grado d’istruzione elevata. Più gli uomini che le donne e di questi l’11% è gay, lesbica o bisessuale con app dedicate quali Romeo e Grindr. 

Le piattaforme forniscono iscrizione e accesso gratuito oltre a sevizi aggiuntivi per chi scegli un abbonamento, non giudicate però rilevanti ai fini del risultato. A seconda dell’App usata, si inviano cuoricini, swipe, messaggi. Un’utente medio ne riceve 16 al giorno, le donne più degli uomini, mentre si conversa con solo 9-10 persone al mese.

profili social
Amore social: Meetic – Badoo – okCupido. Amore social

Amore social: cosa cercano e cosa trovano?

Ci si interrompe per noia o frustrazione, dopo almeno cinque anni di utilizzo, per il 59% degli intervistati l’arrivo di siti dedicati ha reso più facile incontrare persone, ma difficilmente si trova un compagno fisso. Più di un terzo è soddisfatto dei siti di incontri, ma altrettanti sono delusi. Appuntamenti romantici, rapporti sessuali ‘senza impegno’, amicizia e un compagno stabile sono le aspettative di chi si espone, mettendo la faccia sul sito. I più soddisfatti sono coloro che cercano un momento romantico, il 42% contro il 39% dei delusi. Qualunque siano le aspettative degli iscritti i risultati dicono che:

  • il 47% ha scambiato messaggi a contenuto erotico
  • il 41% ha avuto un rapporto sessuale
  • il 39% ha avuto una breve relazione sentimentale
  • il 24% ha avuto una relazione sentimentale di lunga durata

Appuntamento con l’app: cosa succede al primo incontro?

Sul profilo si pubblicano foto e informazioni su interessi, segno zodiacale, pregi e difetti. Si gioca descrivendo chi si è e spesso chi si vorrebbe essere. Qualcosa è vero, qualcosa no: età, peso corporeo ed altezza i dati più ritoccati, ammette il 43% degli utenti convinto altresì che le app creino profili falsi per rendere l’uso più interessante. L’età e gli interessi personali sono gli aspetti più condivisi, il 30% degli utenti abilita anche la geolocalizzazione, il 23% condivide i profili social.

Per chi si fida e desidera realmente fare nuove amicizie, sono il 40% degli intervistati, arriva il primo appuntamento. Cosa succede quando si passa dallo schermo alla realtà? Si resta delusi.