Ladispoli vince col cuore contro l’Aprilia. Ma nel Girone G alcuni risultati lasciano perplessi…

0
297

Una vittoria frutto della determinazione, del cuore messo in campo, della voglia di tornare ad ottenere i tre punti dopo due mesi di astinenza. Una vittoria ottenuta nonostante l’ennesimo arbitraggio discutibile ed il 19° rigore avuto contro. Il 2-1 del Ladispoli sull’Aprilia, nel turno infrasettimanale del Girone G della Serie D, è stato tutto questo. Una battaglia vera e propria contro un avversario scorbutico che nutre ancora ambizioni da play off, essendo distante appena cinque punti dal quinto posto, l’ultimo utile per gli spareggi promozione di giugno. Un’Aprilia che schierava in campo ex campioni della Serie A come il centrocampista Ruben Olivera, ex della Juventus e della Fiorentina, e Claudio De Sousa, attaccante che ha giocato con la Lazio. Il match è stato molto combattuto, il Ladispoli dopo essere andato in vantaggio grazie ad un guizzo di Cardella, ha tentato di gestire il vantaggio, resistendo al ritorno dei pontini che in un paio di volte si sono resi molto pericolosi. Poi nel finale è entrato in scena l’arbitro che ha concesso un discutibile calcio di rigore agli ospiti per un contrasto in area che ha destato enormi perplessità. Ma i rossoblu oggi volevano vincere e così a dieci minuti dalla fine hanno ottenuto un calcio di rigore che Cardella ha trasformato con un pizzico di batticuore. Nel finale l’Aprilia ha tentato di pareggiare, il Ladispoli si è difeso con le unghie e con i denti, sostenuto da un pubblico numeroso e caloroso che ha risposto all’appello della società, gremendo gli spalti dello stadio Angelo Sale. Una vittoria preziosa, fortemente voluta da una squadra che sembra aver ritrovato quella compattezza smarrita nelle ultime settimane. Ed è stato importante strappare i tre punti ai pontini anche alla luce dei risultati quanto meno imprevedibili che ha fatto registrare la 27° giornata. Nella quale varie compagini di bassa classifica si sono prese il lusso di prendere punti a squadre che lottano per i play off. Qualche esempio? Il Calcio Budoni ha addirittura rifilato 4 goal al Cassino, il Castiadas è andato a pareggiare sul difficile campo dell’Albalonga, addirittura l’Anagni ha sconfitto il Sassari Latte Dolce che era secondo in classifica. Molto importante, in chiave salvezza diretta, la sconfitta dell’Ostia Mare sul campo della Torres, ora i lidensi sono stati risucchiati in piena zona play out. Risultati particolari, sembra che le pericolanti abbiano iniziato a correre improvvisamente, un dato di fatto che deve essere tenuto nella debita considerazione, soprattutto in Serie D dove non ci sono accese le telecamere in ogni stadio. Tre punti insomma di platino, ma il Ladispoli non deve cullarsi sugli allori, la classifica è ancora molto brutta, domenica arriva un’altra battaglia sul campo della Vis Artena. Come dire che da oggi in poi saranno match decisivi in cui serviranno cuore, cervello e molta calma. Soprattutto davanti ad arbitraggi che lasciano perplessi.

27° GIORNATA ECCO I RISULTATI