VISIONI PARALLELE

0
363

Nel weeekend del 16 e 17 novembre oltre trenta artisti in mostra per un weekend ricco di emozioni tra pittura, fotografia, scultura e musica.

Segnali, tracce  lasciate sul territorio: è quello che un manipolo di artisti, più o meno conosciuti, da qualche anno rappresentano mettendo in mostra, negli spazi espositivi disponibilisul nostro territorio, per raccontare ,storie di contemporaneità attraverso le loro opere.

È un’onda anomala quella che si abbatte sulla cittadina di Cerveteri. Qui, in provincia, a pochi km dalla Capitale, che ha un diverso appeal e offre una serie di opportunità imparagonabili rispetto alla nostra realtà. Eppure, nel piccolo borgo etrusco, si sta scrivendo il nuovo capitolo di un lento percorso culturale con forza, creatività  e  un biglietto di sola andata verso il futuro“. Queste le parole Fabio Uzzo, presidente dell’associazione culturale “inArte”, nel presentare la mostra collettiva “Visioni parallele”, che si terrà il 16 e il 17 Novembre nelle  Sale Ruspoli a Cerveteri. Trentacinque artisti con tre opere ciascuno fra pittura, fotografia, scultura, mosaico e molto, molto altro.
Sabato 16 alle 17,30 verrà inaugurata la mostra dove di traccerà una breve storia dell’associazione alla presenza delle autorità cittadine.
Alle 18 verranno consegnati due riconoscimenti  speciali a due personalità nel campo artistico e culturale della nostra città.
Un segnale per mettere in evidenza un lavoro che quotidianamente viene sviluppato e portato avanti per generare un senso di appartenenza così vivo nel passato e auspicabile nel presente.
Domenica 17, alle 17,30, in assoluta anteprima, in una performance artistica fra musica, e canto lirico e pittura si esibiranno la soprano Elena  Marinucci e l’eclettico artista Pietro Sarandrea.