Viaggiavano in autostrada senza rispettare i limiti di altezza del carico, danneggiando i viadotti

0
462

Tre casi in una settimana sulla Roma-Civitavecchia con tanto di multe e sequestro dei mezzi ad opera della polizia stradale di Cerveteri-Ladispoli guidata dal comandante Claudio Paolini.

Il primo episodio avvenuto tra Civitavecchia e Tolfa. Un autoarticolato diretto verso nord ha danneggiato il cavalcavia dopo essere passato senza aver rispettato l’altezza di 4 metri e 30 come previsto dal codice della strada. L’ultimo episodio invece a Ladispoli dove una bisarca,carica di automobili  che si stava dirigendo verso Roma, ha  lesionato il cavalcavia riportando danni anche ad un furgone che stava trasportando. Il conducente è stato bloccato a 20 chilometri di distanza nei pressi di Fiumicino dagli uomini della polstrada di Ladispoli – Cerveteri. E’ arrivata poi al comando un’altra segnalazione di un ponte danneggiato sempre sulla A-12 all’altezza di Santa Marinella. Gli investigatori sono al lavoro per capire se si tratti del camionista che procedeva verso Roma o se si tratti di un terzo autotrasportatore. Per entrambi comunque è scattato il fermo amministrativo, il ritiro della patente e circa mille euro di multa per non aver rispettato l’altezza di sagoma. I tecnici della società autostradale e la polizia provinciale hanno anche effettuato dei sopralluoghi per scongiurare eventuali criticità dopo l’impatto delle bisarche sui vari cavalcavia.