Venerdì 14 febbraio, “Festa degli Innamorati”

0
269
14 febbraio

Il 14 febbraio è la “Festa degli Innamorati”, ricorrenza civile e internazionale, sulle cui origini sono molte le leggende.

Prende il nome dal Santo e Martire cristiano Valentino che fu descritto come difensore delle storie d’amore, protettore dell’armonia fra innamorati, che guidava verso il matrimonio e li incoraggiava a fare figli.

La festa di San Valentino venne istituita nel 496 da Papa Gelasio I, per sostituire la precedente festa pagana dei lupercalia, consistente in riti propiziatori della fertilità e della rinascita primaverile, il cui clou si aveva quando le matrone romane si offrivano, spontaneamente per strada, alle frustate di un gruppo di giovani nudi, devoti al selvatico Fauno Luperco. Lo scopo del Papa era quello di moralizzare questa festa secondo le idee cristiane di amore come sentimento capace di nobilitare e affinare l’uomo.

Una storia lunghissima e ricchissima che oggi, per alcuni suoi detrattori, si è trasformata in una festa ritenuta stucchevole perché troppo commerciale, ma che vissuta come festa di chi si ama, scambiandosi doni come segno di forte legame, ha una sua valenza molto positiva, umana e bella.