Ussia critica Paliotta: “Sull’arrivo dei rifugiati non c’è stato confronto”

0
638
Non si placano a Ladispoli le polemiche dopo l’annuncio del sindaco Paliotta che il comune parteciperà al progetto di accoglienza dei rifugiati avanzato dal ministero degli Interni. Progetto che vedrebbe l’arrivo, diluito nel tempo, di circa 150 migranti, ospitati in strutture indicate dall’amministrazione e non proposte da privati.

Oltre all’attacco di alcuni esponenti dell’opposizione, si registra in queste ore anche il mal di pancia all’interno della stessa maggioranza di Centro sinistra. Tra i più arrabbiati c’è l’assessore alle Politiche Sociali, Roberto Ussia, che ha rilasciato queste dichiarazioni ai colleghi di Terzobinario.

“L’amministrazione sul tema migranti – ha detto Ussia – si è già espressa in passato con una delibera di consiglio comunale in cui ci si orientava su un progetto di accoglienza diffusa all’interno di nuclei abitativi privilegiando l’accoglienza di mamme con figli. Ma qui stiamo parlando di un progetto che dovrà essere presentato a settembre e che sarà responsabilità di chi ci sarà dopo. Alla luce di questo, credo sarebbe stato opportuno fare prima un confronto all’interno della maggioranza per valutare se era o no opportuno avviare un progetto Sprar, magari si potevano fare anche altre cose. Questo confronto non c’è stato. E’ stata una scelta del sindaco. Ci mancherebbe, rientra nelle sue facoltà, però in maggioranza non si è parlato di questo argomento. Assolutamente. Come comune di Ladispoli in termini di solidarietà e accoglienza abbiamo sempre dimostrato quello che siamo, ma non è un argomento da calendarizzare oggi. Certo questo sarà un termine di confronto delle varie realtà che si vanno a presentare. Dovremo capire come gestire queste imposizioni della prefettura. Dobbiamo essere pronti a gestire questi flussi. Confrontiamoci e capiamo come farlo nel modo più opportuno. Ma un confronto è assolutamente necessario.”