Una nuova raccolta firme per dire NO alla dittatura sanitaria

0
219
raffaele cavaliere
Raffaele Cavaliere

Ladispoli non si ferma, domani in Piazza Rossellini si continua a difendere la Costituzione.

Non bisogna mai arrendersi durante la “Battaglia Finale”, perché bisogna fermare tutti gli operatori di iniquità che dal 31.1.20 hanno gradualmente ridotte tutte le libertà costituzionali in Italia,  riducendo i cittadini in sudditi ingannati dalla propaganda da regime che sistematicamente continua a fare il lavaggio del cervello alle persone che dipendono dalle “disinformazioni” del mainstream che continua a parlare e scrivere di epidemia/pandemia da Covid, quando ormai quotidiani come : Il Tempo e La Verità e trasmissioni Tv su Rete 4 continuano a pubblicare la verità sui dati reali e sull’inganno Covid attuato a discapito degli italiani che sono vittime della sostanziale cancellazione dei diritti costituzionali.

Purtroppo la raccolta firme per indire un Referendum per l’abrogazione delle norme che hanno istituite il “green pass = legge razziale discriminatoria” è fallito, ma la gente di buona volontà in Italia non manca e così il Comitato “Mary Poppins” promuove la raccolte firme ai  sensi  dell’art.  71  della  Costituzione  una proposta di legge di iniziativa popolare dal titolo: «Liberazione dallo stato di emergenza, ripristino  dei  Diritti costituzionali».

La Corte Suprema di Cassazione ha annunciato la proposta di legge di iniziativa popolare (21°5917) sulla G.U. serie generale del 5.10.21 nr. 238.

Sabato, 20 c.m. in P.zza Rossellini a Ladispoli (lato edicola) si raccoglieranno le firme per imporre al Governo il rispetto degli articoli della Costituzione: 1,2,3,4,5,13, 14,15,16,17,18,19,21, 22,23,30 ,31,32,49,52 e dei trattati internazionali sottoscritti dall’Italia: di Norimberga (crimini contro l’umanità); di Lisbona; Convenzione sui Diritti dell’Uomo e la biomedicina, Consiglio d’Europa (Convenzione di Oviedo); dei Diritti dell’Uomo.

I Presidenti: Mattarella, Conte e Draghi, i loro Governi e sostenitori parlamentari,  sembrano aver violato i seguenti articoli del Codice Penale: 323, 324, 328, 490, 604, nonché la legge 205 del 25.6.1993 (No discriminazione ne incitamento all’odio); il Regolamento UE 2021/953 e 2021/954 del Parlamento europeo e del Consiglio del 14.6.21, come riportato anche al c.2 lettera “e” periodo-2)dello stesso DL 105/21.

Il progetto di legge di iniziativa popolare si propone di abrogare: la cessazione dello stato di emergenza, in particolare le  leggi 126 del 16.9.21(conversione del DL 105/21) e il DL 122/2021 (green pass); il reintegro del personale sanitario, scolastico e di tutti i lavoratori privati e pubblici sospesi perché non vaccinati o non muniti di green pass, il rimborso integrale degli stipendi persi e il  rimborso/la deduzione  delle spese per tamponi fatti per poter lavorare.

Cittadini rispristinate lo Stato di Diritto, firmando questa proposta di legge di iniziativa popolare. Tutti in piazza Rossellini a Ladispoli per firmare per i propri diritti calpestati dagli ultimi Governi.

Raffaele Cavaliere